Ancisi (LpRa) propone un progetto per l’intera località dopo l’istanza dei residenti

Una zona con il limite di 30 km/h su tutta Marina Romea. La proposta viene dal capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, dopo l’istanza presentata da 19 residenti in via degli Oleandri e dintorni in cui descrivevano le condizioni di insicurezza per la circolazione. 

Si tratta dell’ultima strada della località che si dirama dalla strada litoranea, viale Italia, in direzione Casalborsetti. Un’area a cui accedono diverse persone per passeggiare, fare jogging, talvolta in compagnia di bambini ed animali. In quella zona è presente anche una colonia felina a capita, qualche volta, di trovare dei gatti investiti da veicoli. Di qui la richiesta di posizionare su questa strada “uno o più cartelli stradali con limite di velocità 30 km orari”.

Ancisi ha interpellato al riguardo il Mobility manager del Comune di Ravenna, arch. Nicola Scanferla,che, riservandosi di valutare nel merito la richiesta, ha però osservato che per numerose altre strade di Marina Romea si pongono problemi di sicurezza della circolazione, tanto da potersi ipotizzare lo studio di un Piano Particolareggiato della località che preveda anche, dove necessario, sensi unici di marcia e limitazioni della sosta.  L’architetto ha spiegato che con l’istituzione di una Zona 30 si ridurebbe la fase di accelerazione dei veicoli, con conseguente diminuzione del consumo di carburante e di emissioni inquinanti (monossido di carbonio, ossido di azoto, polveri sottili). Anche la rumorosità del traffico si ridurebbe di circa 5 decibel.

“I tempi di realizzazione non potrebbero però essere brevi – chiarisce Ancisi- data anche la scarsità di fondi disponibili. Sarebbe invece fattibile senza problemi particolari introdurre una “zona 30 km/h” sull’intera località.

Senza prendere, al momento, una posizione, che potrebbe sembrare affrettata e non partecipata,  ritengo che se ne possa discutere coinvolgendo gli organismi di base direttamente interessati, Consiglio del Mare e Pro-loco di Marina Romea: i quali, a mio parere, potrebbero esprimere un parere decisivo riguardo all’ipotesi di introdurre una Zona 30 in viale degli Oleandri, come richiesto dai residenti, oppure, eventualmente stagionale, sull’intera località di Marina Romea.”