Tutto esaurito al PalaCosta

Esordio sfortunato per l’Acmar Ravenna, che esce sconfitta dalla Remer Treviglio per 65-67 nella prima giornata in A2 Silver. In un PalaCosta tutto esaurito e vestito a festa per il debutto in una categoria mai disputata prima, i giallorossi di Giordani si sono battuti fino alla sirena finale, sprecando a pochi istanti dal termine della gara il tiro per vincere la partita con l’americano Adam Sollazzo dopo che un guizzo di Tommaso Marino aveva portato in vantaggio gli ospiti.
L’avvio di gara è stato di marca bergamasca, con la Remer abile a far pesare l’abitudine a questo livello e a provare in un paio di occasioni a prendere il largo; l’Acmar, priva di capitan Amoni per squalifica, non si è mai data per vinta, riuscendo anche a rientrare dal -12 in avvio di quarto periodo con le azioni di Adam Sollazzo, “Charlie” Foiera, e Giorgio Broglia. I giallorossi sono stati abili a rispondere alle due triple di Tommaso Marino sullo scadere dei 24”, mantenendo aperta la speranza per i padroni di casa. Sulla spinta dei suoi tifosi, Ravenna ha messo la freccia e si è portata al comando, entrando nell’ultimo minuto con un punto di vantaggio (65-64). Qui la partita si è spaccata, perché l’affondo di Treviglio, con la terza bomba di Tommaso Marino (67-65), è quello cui Ravenna non riesce più a replicare.

Il prossimo impegno dell’Acmar Ravenna è in programma per domenica 13 ottobre, al PalaBam di Mantova contro gli Stings Mirandola.