L’assessore Martina Monti commenta la nuova misura adottata del Comune sul suo profilo Facebook

Ha fatto discutere la notizia dell’attivazione di Sirio Red nell’incrocio ‘killer’ tra Ravegnana e Adriatica. A partire dalla mezzanotte del 31 agosto i mezzi che passeranno col rosso saranno fotografati e sanzionati.

In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook l’assessore alla Sicurezza Martina Monti si rivolge a chi pensa che Sirio Red non sia un deterrente: 

“Sicuramente non risolve I problemi di sicurezza dell’incrocio, ma stimola l’utente della strada ad una maggior prudenza. Dal punto di vista psicologico, sembra assurdo, la consapevolezza della pericolosità di una strada non sempre è sufficiente ad attivare nell’utente un maggior senso di pericolo. Le misure immediate ma più leggere hanno un impatto psicologico superiore, quindi l’ipotesi di avere un incidente mortale è meno efficace della certezza di ricevere una sanzione. Pensate alle sigarette, è scritto ovunque che possono in via ipotetica far venire il cancro ai polmoni, eppure è pieno di fumatori. Se una sigaretta facesse con certezza venire un raffreddore, nessuno fumerebbe. Su questo principio si basa la deterrenza dei sistemi automatici di rilevazione delle infrazioni. Per me – conclude l’assessore – in un incrocio come quello tra Adriatica e Ravegnana, può solo essere utile”.