Tutti i mercoledì di novembre nel complesso di San Nicolò

I Tamo MalfAttori propongono un nuovo ciclo di appuntamenti per tutti i mercoledì di novembre, alle ore 18, presso il Museo del Mosaico, nel Complesso di San Nicolò.

 

Apre la rassegna Mauro Mazzotti, che mercoledì 5 novembre presenta “Tutti i fronti della Grande Guerra”. La conferenza è rivolta ad illustrare, sinteticamente, la distribuzione dei vari fronti di combattimento della prima guerra mondiale, e le principali campagne. Con riferimento, quindi, ai fronti dell’Europa occidentale, orientale e dell’Italia, in genere più pubblicizzati, ed ai fronti mediorientali (Sinai, Palestina, Mesopotamia) e caucasici; alla campagna di Gallipoli e di Salonicco; alle battaglie in mare.

 

Secondo appuntamento mercoledì 12 novembre, con Ilic Rossi e Giovanniantonio Forabosco, che propongono “Il segreto di Pulcinella”. “Una sfida impertinente alla speculazione filosofica” (Bergson). Verrà svelato il vero segreto di Pulcinella? In attesa della risposta, aleggiano alcune domande, tra cui: qual è il rapporto di parentela tra il giullare Pulcinella e il Gabibbo?

 

Terzo appuntamento mercoledì 19 novembre, con “Lettere”, a cura di Fulvia Missiroli e Silvia Carrozzino. Dopo una breve introduzione sull’importanza della lettera scritta (anche come fenomeno dello “scrivere”) verranno analizzate una serie di lettere (epistole, missive, etc.) alcune delle quali, partendo dai tempi antichi fino ad arrivare alla contemporaneità, sottolineano l’importanza della lettera come documento non solo privato, ma testimone dei tempi in cui chi scrive si trovò a vivere. Un secondo gruppo di lettere, appartenenti a personaggi della storia e/o della cultura, avranno invece un carattere più privato.

 

Ultimo appuntamento mercoledì 26 novembre, con Gianni Morelli e Anna De Lutiis che affronteranno il tema “Streghe e Pennelli: i roghi, Giovanna e il Romanticismo nero”.

Tale lettura prende spunto da due importanti mostre che si sono svolte una a Parigi e una a Dublino, dedicate al tema del Romanticismo “nero”, termine utilizzato per primo dal critico letterario e storico dell’arte Mario Praz per riferirsi a quell’ampia fascia della letteratura e della creazione artistica, che dal 1760 in poi comincia a ispirarsi alle ombre, agli eccessi e agli elementi irrazionali.

Nel corso della lettura si sposterà l’attenzione dagli artisti al soggetto dell’arte stessa, con una ricostruzione onesta della caccia alle streghe e l’approfondimento di una delle figure più emblematiche: Giovanna D’Arco.

 

La rassegna dei Tamo MalfAttori nasce da un atto d’amore per il patrimonio letterario di ogni tempo, da cui i presentatori traggono spunto e poi restituiscono, filtrato dall’attualità, agli spettatori convenuti nel teatrino “alla greca” di Tamo.

 

I MalfAttori sono un gruppo di “Amici di RavennAntica”, noti in città per i loro interessi culturali:  Paolo Bolzani, Silvia Carrozzino, Guido Ceroni, Maria Augusta Cipriani, Anna De Lutiis, Anna Firrincieli, Antonio Iammarino, Anna Maria Iannucci, Raffaele Iosa, Mauro Mazzotti, Fulvia Missiroli, Gianni Morelli, Patrizia Ravagli, Ilic Rossi, Paola Rossi Balella, Ivan Simonini e Claudia Zama.

 

Per rendere più facile l’approccio agli argomenti trattati, ogni lettura è preceduta da una sintetica messa a fuoco del tema affrontato, consentendo agli spettatori di trovarsi pienamente a proprio agio nel corso dell’ascolto.

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

Per informazioni: tel. 0544 36136 (int. 2) – 0544 213371 oppure www.ravennantica.it