L’ingresso della coppia nella sala preconsiliare del municipio è avvenuto sulle note del Va’ Pensiero

Matrimonio ravennate per gli svizzeri Stephane Yves Nicod e Monica Engheben, le cui nozze sono state celebrate questa mattina dal vicesindaco Giannantonio Mingozzi. L’ingresso della coppia nella sala preconsiliare del municipio è avvenuto sulle note del Va’ Pensiero, dal Nabucco di Giuseppe Verdi.

Residenti a Losanna, entrambi amano molto Ravenna, in particolare Monica: “Conosco questa città da quando ero bambina – ha raccontato qualche minuto prima del “sì” – perché mia zia, che sarà la mia testimone, vive a Ravenna. Sia io che Stephane ne apprezziamo molto i monumenti, ma è stato un particolare episodio a farci decidere di sposarci qui. Un paio di anni fa, durante una vacanza a Ravenna, abbiamo trovato un portafoglio per strada. Siamo venuti in municipio per chiedere a chi dovessimo consegnarlo e siamo rimasti davvero colpiti dalla cordialità con la quale siamo stati accolti. E’ stato in quel momento che abbiamo pensato di sposarci a Ravenna”.

Nell’augurare agli sposi una lunga e felice vita insieme il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha espresso il suo apprezzamento “per il fatto che la nostra città comincia a essere sempre più spesso scelta, oltre che come luogo di studio o di vacanza, anche per celebrare il momento più bello della vita di una coppia”.