All’interno della XVII Maratona Internazionale Ravenna Città d’Arte

Un appuntamento del tutto inedito per la XVII edizione della Maratona internazionale Ravenna Città d’Arte.

Nel pomeriggio di sabato 7 novembre saranno organizzati numerosi convegni al palazzo dei Congressi  in largo Firenze, casa della manifestazione che al suo interno avrà il Marathon Village. La bellissima aula magna aprirà le sue porte alle 14.30 e sarà un susseguirsi di interventi ricchi di ospiti che hanno fatto la storia di questo sport: verranno trattati molteplici argomenti, ma il filo conduttore resterà la maratona e più in generale l’atletica.

“È un grandissimo motivo di soddisfazione mettere insieme tanti campioni che hanno segnato la storia dell’atletica italiana. Quell’atletica che vinceva le medaglie ed era sempre protagonista – spiega Stefano Righini, presidente di Ravenna Runners Club -. Una generazione di fenomeni in un’epoca in cui allenamento e fatica erano l’espressione vincente di un movimento che faceva scuola nel mondo. Avere qui, insieme, in occasione della maratona che assegna il titolo italiano, gran parte di quel passato mi riempie di orgoglio e un po’ di romantica nostalgia”.

 

Ad aprire il pomeriggio sarà la mosaicista Anna Fietta, autrice di tutte le medaglie dal 2011 ad oggi, che parlerà de “La medaglia in mosaico della Maratona di Ravenna: quando l’arte premia lo sport”. Alle 15 Vincenzo Parrinello, vice presidente della Fidal introdurrà “Il campionato Italiano di Maratona”, a seguire saranno presentati “I protagonisti degli anni d’oro dell’atletica leggera italiana”, ospiti in sala saranno Gelindo Bordin, Stefano Mei, Laura Fogli, Alessandro Lambruschini, Carlo Grippo, Luciano Gigliotti e Giancarlo Chittolini. Alle 16.15 l’attenzione sarà puntata sul più potente dispositivo personale per l’analisi delle performance sportive “Wiva ®: il primo Biomech-Tracker per migliorare le prestazioni e prevenire gli infortuni” e mezzora dopo l’Aic (associazione italiana cefalee) tratterà il tema “In corsa per il cervello. Quali sono le proprietà del running sul sistema nervoso dell’uomo?” a cura dei professori Piero Barbanti, presidente Aic e primario di Neurologia al San Raffaele di Roma e Pietro Querzani, primario di Neurologia all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. Alle 17.45 Marco Frattini presenta “CiaoRunner il primo social network al mondo dedicato alla corsa e al podismo”, infine alle 18 spazio ai Pacer con Amedeo Sargolini e Liliana Farronato che presenteranno gli angeli custodi che accompagneranno i runner fino alla finish line.

 

Il pomeriggio che precede la maratona sarà dunque molto interessante e aperto a chiunque abbia voglia di scoprire il fascino della corsa e dell’atletica.

Porte aperte quindi anche ai curiosi, che potranno visitare i vari stand, scoprire le associazioni di beneficenza amiche della maratona (Ail, Aic, Mowat Wilson e Famiglie Sma) e agli atleti, provenienti dai cinque continenti, che qui ritireranno il pettorale per disputare le gare.