Fu sindacalista della Cgil, amministratore pubblico della sanità e dirigente del Pci

Il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci esprime cordoglio per la scomparsa di Sauro Morigi, sindacalista della Cgil, amministratore pubblico della sanità e dirigente del Pci.

“Negli anni Ottanta, quando ricoprivo l’incarico di segretario comunale del Pci, Sauro è stato mio collaboratore, insieme a Sauro Bolognesi, Giovanni Bentivogli e Amleto Rossini – ha commentato il primo cittadino – una gran bella squadra. Io sono stato segretario del Partito comunista di Ravenna insieme a Sauro Bolognesi, Giovanni Bentivoglio e Amleto Rossini. Sauro era un uomo prezioso e insostituibile. Così, tanto per scherzare, lo chiamavo “dall’ago alla portaerei” perché conosceva tutti e non c’era problema che non riuscisse a risolvere. Sauro Morigi era una persona semplice e schietta. Da buon romagnolo amava il buon vivere: il cibo, il vino, la bicicletta, le cose genuine della nostra terra. Oggi si direbbe che non aveva un grande storytelling anche a causa di una “erre” moscia da paura che era uno dei suoi tratti distintivi. Sauro ci ha lasciato in età avanzata ma a me dispiace, perchè ho perso un amico, un compagno con il quale ho condiviso una parte importante del mio percorso politico, una persona splendida”.

Sauro Morigi è già esposto alla Camera Mortuaria. Sabato mattina alle 9 la partenza per cremazione.