Il question time presentato in Consiglio comunale

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un question time con risposta in Consiglio comunale “sull’abbattimento di pini domestici per la realizzazione della pista ciclabile a Marina di Ravenna”.

 

“Noi consideriamo – spiega il Movimento nel documento – la tutela dell’ambiente fondamentale per le scelte politiche ed economiche della società, perché da essa dipende la qualità della vita e l’esistenza di tutti gli esseri umani; a fine 2015 è stato presentato il progetto di realizzazione della nuova pista ciclabile a Marina di Ravenna e, tra l’altro, si leggeva, nelle dichiarazioni ufficiali del Comune di Ravenna: “Si tratta del primo passo verso la realizzazione di quest’opera stradale il cui iter prevede ancora l’approvazione del progetto esecutivo e la gara d’appalto per individuare la ditta che compirà i lavori.” E ancora: “In fase di progettazione esecutiva si punterà a non incidere in maniera invasiva sugli aspetti naturalistici ed antropici dell’area soggetta a tutela paesaggistica…”;

 

In questi giorni – continua il Movimento – sono in atto massicce eradicazioni di pini domestici dal lato monte del lungomare, nel tratto di pineta che segue la colonia ex CRI fino quasi alla zona Rivaverde.

Da un primo conto sommario in loco, gli alberi distrutti sembrerebbero in numero superiore a duecento, con diversi esemplari molto vecchi e all’apparenza con il tronco privo di problemi.

 

Visto che la zona di pineta oggetto degli abbattimenti non dovrebbe essere interessata alla realizzazione della ciclabile – spiegano i pentastellati – mentre invece risulta ricadere nella zona classificata come Riserva Naturale dello Stato ‘Pineta di Ravenna (EUAP0069) sezione Piomboni Nord’ e confinante con l’area SIC ZPS ‘IT4070006 Pialassa dei Piomboni, Pineta di Punta Marina’;

 

Si domanda:

– Che tipo di autorizzazioni e valutazioni di impatto ambientale sono state richieste;

– Come sia possibile che un progetto di valorizzazione ambientale come doveva essere una ciclabile abbia previsto una simile ecatombe;

– Come sia possibile, se la giustificazione sarà: “la piante erano malate”, si sia giunti all’unica soluzione finale dell’abbattimento;

– In che modo verranno ripristinati gli alberi abbattuti;

– Se e quando è stato istituito il bando di gara per la realizzazione della ciclabile, e, nel caso non sia stato istituito, i motivi”.