Classe 1977, arriva da Brescia

Vero e proprio colpo di mercato in casa Olimpia Teodora: a sorpresa la società di via Trieste ufficializza con orgoglio l’arrivo a Ravenna della centrale Simona Gioli, ex nazionale e mito vivente della pallavolo femminile italiana.

Dopo Beatrice Agrifoglio e Giulia Rocchi, la Conad Olimpia Teodora riempie un altro importantissimo tassello e mette allo scoperto piani ambiziosi per la prossima stagione. Classe 1977, Simona Gioli non ha certo bisogno di presentazioni. La sua grinta e la sua esperienza sono indiscutibili e inesauribili. La sua carriera e i risultati raggiunti in oltre 25 anni parlano chiaro. Non ultimo l’apporto fondamentale che è riuscita a garantire alla Millenium Brescia che, grazie al suo innesto a gennaio 2018, è riuscita a conquistare la promozione diretta in serie A1.

Nella prossima stagione Simona Gioli vestirà la maglia dell’Olimpia Teodora e farà parte del gruppo guidato da coach Nello Caliendo che non nasconde la propria felicità per un così importante acquisto: “Simona Gioli è una giocatrice che non ha bisogno di presentazioni e perciò ci fa enormemente piacere che abbia accettato la nostra offerta. Da parte mia sarà un onore assoluto poter allenare una giocatrice di tale calibro. Sono certo che il suo innesto darà ulteriore forza e determinazione al gruppo che si sta creando”.

Paolo Delorenzi, presidente dell’Olimpia Teodora, accoglie l’arrivo di Simona Gioli con grande soddisfazione: “Portare a Ravenna una campionessa della statura della Gioli, con un curriculum come il suo, costituisce per tutti un grande valore aggiunto che va sommato a quello portato da Lucia Bacchi. Con loro raggiungiamo un livello di esperienza tale che sicuramente gioverà alle giovani che stiamo inserendo o abbiamo confermato. Tutto questo alza ulteriormente il valore della squadra e ci porta a un equilibrio che andremo a completare con l’inserimento degli ultimi innesti a cui il nostro direttore generale Marco Bonitta sta lavorando”.

Simona Gioli, neo acquisto dell’Olimpia Teodora ha dichiarato: “Sono contentissima di questa scelta. Quando si è presentata l’opportunità di venire a giocare all’Olimpia Teodora non ci sono stata a pensare su più di tanto. La proposta mi ha subito allettato, in primo luogo perché Ravenna ha dimostrato già lo scorso anno di essere un’ottima piazza. La società sta costruendo una buona squadra. Mi sembra tutto perfetto, ma siamo all’inizio ed è normale che sia tutto rose e fiori”.

“Mi butto a capofitto in questa nuova avventura – prosegue l’ex azzurra – con la passione che mi contraddistingue. Se non avessi l’entusiasmo che ho, alla mia età non riuscirei a continuare a giocare, lo stesso penso che valga per Lucia Bacchi e per tutte le altre atlete con una certa esperienza. Per me l’importante è ancora divertirmi e fare un campionato giocando meglio che posso. Per questo spero che quello che verrà sarà un anno divertente, in cui in ogni partita potremo dire la nostra”.

“La Romagna è sempre la Romagna – conclude Simona Gioli –. Una regione fantastica che ho sempre amato, piena di persone solari. Qua si sta bene e qua, come in molti altri posti in Italia, il pubblico è esigente e chiede alla propria squadra di giocare bene e di vincere. L’importante per noi è che il nostro pubblico sia caldo, perché questo fattore può diventare determinante in partite di un certo livello. L’appoggio del pubblico è sempre importante. È quello che ti dà l’adrenalina e la carica. È fondamentale perciò che i nostri tifosi ci sostengano e che non ci abbandonino alla prima difficoltà, perché il campionato è lungo ed è un campionato difficile. Sarà nostro dovere esprimerci al meglio, fare belle partite, con un bel gioco che possa incendiare il cuore e gli animi del pubblico ravennate”.

Simona Gioli è nata a Rapallo il 17 settembre 1977. La sua carriera inizia nel 1992 quando gioca per la Libertas Pallavolo Rovigo, in Serie D; nella stagione 1993-94 passa al Volleyball Club Cassano, in Serie B1. L’esordio nella pallavolo professionistica avviene nella stagione 1994-95, in Serie A2, quando è ingaggiata dalla Virtus Reggio Calabria: con il club calabrese resta per sette annate, ottenendo la promozione in Serie A1, al termine della stagione 1995-96, e la vittoria di due Coppe Italia nell’edizione 1999-00 e 2000-01, la Supercoppa italiana 2000 ed una Coppa CEV; nel 1998 ottiene le prime convocazioni in nazionale, esordendo in una partita amichevole, il 30 maggio, contro Cuba, con cui nel 1999 vince la medaglia di bronzo al campionato europeo.

Dopo un’annata alla Pallavolo Reggio Emilia, nella stagione 2002-03 veste la maglia della Pallavolo Sirio Perugia, a cui rimane legata per sei stagioni, nonostante un periodo di inattività nel 2006 a causa di una gravidanza, aggiudicandosi tre scudetti, tre Coppe Italia, una Supercoppa italiana, due Coppe CEV, venendo premiata come MVP in quella 2006-07, e l’edizione 2007-08 della Champions League; con la nazionale vince la medaglia d’argento al campionato europeo 2005 e la medaglia d’oro al campionato europeo e alla Coppa del Mondo, dove viene nominata MVP, entrambi nel 2007.

Nella stagione 2008-09 si trasferisce in Russia nella Ženskij volejbol’nyj klub Dinamo Moskva, militando per tre stagioni, segnate dalla vittoria di uno scudetto e di una Coppa di Russia: al termine dell’annata 2010-11, a seguito dell’eliminazione della squadra dai play-off scudetto, torna in Italia per concludere la stagione con la Spes Volley Conegliano; con la nazionale, nel 2009, è ancora vincitrice della medaglia d’oro al campionato continentale, ai XVI Giochi del Mediterraneo e alla Grand Champions Cup, dove viene eletta MVP, mentre nel 2010 vince il bronzo al World Grand Prix e nel 2011 nuovamente l’oro alla Coppa del Mondo.

Sperimentando anche il ruolo di opposto, per il campionato 2011-12 è di nuovo nella Superliga russa con lo Ženskij volejbol’nyj klub Fakel, mentre nella stagione successiva passa al Galatasaray Spor Kulübü, militante nel massimo campionato turco. Nell’annata 2013-14 torna in Italia, ingaggiata dall’IHF Frosinone, neopromossa in Serie A1, così come nella stagione successiva gioca per una nuova neopromossa, ossia il Promoball Volleyball Flero, dove resta per tre annate.