Intervento della Volante

 

La Polizia di Stato ha arrestato un 39enne tunisino residente a Ravenna, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, spiega la Questura in una nota.

Ieri pomeriggio gli agenti di una Volante della Questura hanno inseguito una persona che, in via Tommaso Gulli, alla vista dell’auto della Polizia si è dato alla fuga.

L’uomo, che durante l’inseguimento si era disfatto di un involucro in plastica che è stato poi recuperato, è stato fermato nella vicina via Fiume dove, allo scopo di sottrarsi al controllo, innescava una breve colluttazione con uno degli agenti che, nella circostanza rimaneva ferito.

Atteso che l’involucro di cui si era disfatto risultava contenere al suo interno polvere bianca dalle caratteristiche organolettiche della cocaina, poi risultato del peso di 1,4 grammi l’uomo è stato perquisito sul posto e trovato in possesso di due telefoni cellullari che, durante tale fase, continuavano a suonare incessantemente, rileva la Polizia.

Subito dopo i poliziotti hanno eseguito la perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire e sequestrare ulteriori grammi 0,4 di cocaina, grammi 14 di hashish e grammi 8 circa di trinciato di tabacco miscelato con hashish.

Nella circostanza gli agenti delle Volanti hanno anche proceduto al sequestro di altri otto telefoni cellulari rinvenuti all’interno dell’abitazione  ed una bicicletta mountain bike di marca Carnielli per la quale l’uomo non ha saputo fornire valide motivazioni circa il possesso.

L’uomo al termine degli atti di rito è stato ristretto presso la sua abitazione, agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.