Pagamenti per oltre 1800 addebitati a una ravennate

La Polizia di Stato comunica che al termine di un’articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ravenna, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Ravenna hanno identificato ed indagato in stato di libertà un 28enne, residente a Torre Annunziata e un 23enne, residente a Torre del Greco, ritenuti responsabili del reato di clonazione e indebito utilizzo di carta di credito o di pagamento, in concorso, commesso ai danni di una ravennate.

Come spiega la Polizia in una nota, la parte offesa aveva sporto denuncia presso la Questura, in quanto sulla propria carta di credito erano stati addebitati numerosi pagamenti, per un ammontare di oltre 1800 euro, dei quali disconosceva le operazioni.

Gli agenti della Squadra Mobile, incrociando e verificando i dati forniti dalla parte offesa, e quelli telematici relativi alla carta di credito riuscivano a risalire ad alcuni pagamenti per ricariche telefoniche attraverso i quali sono stati identificati i due, entrambi pregiudicati, uno dei quali con precedenti specifici.