Al Pala De Andrè i padroni di casa lasciano appena 45 punti totali agli avversari

La Consar Porto RoburCosta non sbaglia nulla all’esordio e, contro una Revivre Milano sottotono, si impone con un netto 3-0, lasciando appena 45 punti totali agli avversari. Grande prova di Rychlicki con 18 punti, ma Ravenna domina in tutte le statistiche, doppiando i lombardi a muro (14 a 7) e soprattutto mettendo a segno ben 11 ace, 4 dei quali di Poglajen.

La partita

Con Argenta out per infortunio, Coach Graziosi schiera Rychlicki opposto, con Raffaelli e Poglajen schiacciatori, Saitta in regia, Verhees e Russo centrali e Goi libero. Per Milano Coach Giani deve fare a meno di Piano e mette in campo l’ex Bossi al centro con Kozamernik, Maar e Clevenot schiacciatori, la stella Abdel-Aziz opposto, Sbertoli al palleggio e Pesaresi libero.

Nel primo set la Consar scappa fin dall’avvio e non si volta più indietro. I padroni di casa accendono subito il pubblico di Ravenna con una grande efficacia a muro e doppiano gli avversari sul 16-8. Milano fatica a trovare una reazione e nel finale il divario si allarga ulteriormente, con la Consar che si porta 1-0 con un netto 25-16.

Maggiore equilibrio in avvio di secondo set, con la Revivre che tiene testa ai padroni di casa portandosi anche avanti per 7-8. Ravenna cambia però presto marcia e, grazie agli ace di Poglajen e un fenomenale 61% in attacco, vola sul 16-10, chiudendo poi per 25-14 un incredibile parziale di 18-6.

Il terzo set è una formalità per la Consar, con gli ospiti incapaci di trovare il bandolo della matassa in una serata decisamente sottotono un po’ per tutti gli effettivi. Con il pubblico del Pala De Andrè che aspetta solo di festeggiare, i padroni di casa si portano subito 8-4 e ancora una volta non si fermano più. Il 25-15 finale è la fotocopia dei precedenti sue set e chiude l’incontro dopo appena 1h e 13′ per 3-0.

La dichiarazione

Al termine della partita Coach Graziosi è soddisfatto: “Se questo successo lo avessi sognato e disegnato non mi riusciva così bene: siamo stati pressoché perfetti, abbiamo preparato molto bene la partita, abbiamo applicato tutto quello che ci eravamo prefissati. Li abbiamo sempre messi sotto pressione, non li abbiamo fatti mai ragionare, e questa deve essere un po’ la nostra forza. Questa vittoria è una bella iniezione di fiducia in vista di Civitanova e Modena ma noi ci siamo prefissati l’obiettivo di giocare bene a pallavolo e sappiamo che se uno gioca bene, ci dà dentro, i risultati li ottiene. Sappiamo che arriveranno momenti difficili, però se uno crede nel lavoro verrà sempre premiato e questo è l’obiettivo reale dello spogliatoio”.

Il tabellino

Consar Porto Robur Costa Ravenna – Revivre Milano 3-0 (25-16, 25-14, 25-15)

Ravenna: Saitta 2, Raffaelli 7, Russo 9, Rychlicki 18, Poglajen 9, Verhees 11, Marchini (L), Goi (L), Smidl 1. N.E. Argenta, Di Tommaso, Lavia, Elia. All. Graziosi.

Milano: Sbertoli 2, Clevenot 8, Bossi 7, Abdel-Aziz 6, Maar 9, Kozamernik 5, Hoffer (L), Pesaresi (L), Tondo 0. N.E. Basic, Izzo, Gironi, Piano. All. Giani.

ARBITRI: Cesare, Luciani.

NOTE – durata set: 24′, 24′, 25′; tot: 73′.