La DIGOS ha individuato il profilo critico dell’uomo

Espulsione dal territorio nazionale

Il 15 ottobre scorso, la Polizia di Stato ha dato esecuzione all’espulsione dal territorio nazionale per motivi di pericolosità sociale di un uomo 42enne cittadino marocchino, il quale era stato individuato e fermato a Ravenna il 5 ottobre.

Un profilo critico

L’espulsione è il risultato di un’indagine effettuata dalla DIGOS di Ravenna, la quale nel corso della permanente attività di analisi e contrasto al fenomeno del radicalismo religioso, ha individuato una serie di circostanze ed elementi oggettivi che hanno contribuito a definire il profilo critico dell’uomo in questione, il quale in diverse occasioni aveva manifestato atteggiamenti di forte rancore e disagio rispetto al contesto socio culturale occidentale.

Le indagini

Dagli accertamenti effettuati è emerso che il 42enne, non in regola con le norme sul soggiorno e con precedenti di Polizia per detenzione abusiva di armi, era presente in questa provincia da qualche anno.

Ulteriori e approfondite indagini hanno effettivamente consentito di comprendere come quest’ultimo avesse avviato un proprio percorso di auto radicalizzazione, caratterizzato da elementi volti a contrapporsi alla vita sociale quotidiana.