A Macerata il Porto RoburCosta deve cedere per 3-0

Torna da Civitanova con una netta sconfitta per 3-0 la Consar Ravenna, che non può nulla contro un avversario di livello assoluto. La partita è senza storia fin dall’inizio e, nonostante il Porto RoburCosta lotti fino alla fine, mettendo anche in difficoltà i padroni di casa nel secondo set, la Lube non lascia spazio a possibili sorprese.

La partita

Nonostante i padroni di casa recuperino Sokolov nel sestetto titolare, è la Consar a partire meglio e a portarsi avanti 5-7. La Lube ritrova la parità a quota 10 e sorpassa sul 15-14, poi piazza il parziale decisivo grazie a Juantorena, che porta i suoi sul 18-14. Rychlicki riporta Ravenna a -2 sul 19-17, ma i marchigiani chiudono le porte a una possibile rimonta e si portano a casa il primo set per 25-19.

Civitanova si porta subito avanti in avvio di secondo set e più volte guadagna 2 punti di vantaggio, ma la Consar è sempre brava a ricucire. Il parziale è equilibratissimo e, anche quando i padroni di casa allungano sul 22-19, Ravenna risponde subito per il 22-22. I romagnoli lottano, ma il finale tirato premia la Lube che alla fine riesce a portarsi a casa il secondo parziale per 25-23.

Nonostante il colpo psicologico, la Consar reagisce in avvio di terzo set, ma il vantaggio 3-5 è rapidamente sorpassato da Civitanova sull’8-7. Gli ospiti abbassano leggermente la tensione e nella parte centrale del parziale la Lube vola sul 21-16, non lasciando poi spazio a miracolose rimonte per il 25-18 finale.

La sala stampa

Al termine del match Coach Graziosi ha commentato: “Abbiamo fatto la partita che abbiamo preparato e fatto quello che era nelle nostre  corde e sicuramente c’è un po’ di rammarico per quel finale del secondo set non concretizzato ma credo che i meriti siano di Civitanova soprattutto nella fase di contrattacco. Noi abbiamo anche messo pressione alla Lube con il servizio e in difesa ma abbiamo fatto tanta fatica a mettere giù la palla, cosa che invece loro hanno fatto con estrema facilità”.

“Abbiamo tracciato una strada – conclude l’allenatore –, che si chiama salvezza e logicamente dobbiamo lottare su tutti i campi con questa mentalità e anche oggi lo abbiamo dimostrato qui a Civitanova; poi, logicamente, ha vinto la squadra più forte”.

Il tabellino

Lube Civitanova – Consar Ravenna 3-0 (25-19, 25-23, 25-18)

Civitanova: Bruno 5, Sokolov 7, Cester 5, Simon 11, Leal 13, Juantorena 14, Balaso (lib.), D’Hulst 1, Massari, Cantagalli. Ne: Marchisio (lib.), Stankovic, Diamantini, Sander. All.: Medei.

Ravenna: Saitta 1, Rychlicki 13, Verhees 5, Russo 4, Poglajen 7, Raffaelli 6, Goi (lib.), Smidl, Lavia. Ne: Di Tommaso, Elia, Marchini. All.: Graziosi.

Arbitri: Braico (Torino) e Giardini (Verona).

Note: Durata set: 28’, 31’, 26’ tot. 75’. Civitanova (3 bv, 15 bs, 7 muri, 9 errori), Ravenna (1 bv, 11 bs, 3 muri, 8 errori). Spettatori: 3.047 per un incasso di 29.545 euro.