In via Cesarea a Ravenna

Detenzione di sostanze stupefacenti

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un uomo,  37enne cittadino tunisino, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti.

L’auto sospetta

Verso le due della notte del 29 ottobre scorso, in via Cesarea a Ravenna, una Volante della Questura ha proceduto al controllo di un’auto in sosta con a bordo due persone.

L’uomo e la donna, entrambi 30enni, dichiaratamente afflitti da problemi di tossicodipendenza e residenti in un’altra provincia, non hanno convinto gli agenti circa la loro presenza in quel luogo.

Dal controllo non sono emerse irregolarità, pertanto all’auto veniva permesso di ripartire.

I poliziotti sono risaliti sulla Volante e si sono piazzati in posizione defilata a qualche decina di metri.

Qualche minuto dopo,  gli agenti hanno assistito al ritorno della medesima auto, che effettuata una fermata, è stata raggiunta da due uomini, poi saliti a bordo.

Inseguimento

Gli agenti, riconosciuti i nuovi passeggeri quali due cittadini tunisini pregiudicati, hanno inseguito e fermato l’auto con i quattro occupanti.

Ritrovamenti

Sul tappetino dell’auto, ai piedi di uno dei due uomini saliti successivamente, è stato rinvenuto e sequestrato un frammento di hashish del peso di circa cinque grammi.

Inoltre, nella tasca dei pantaloni del 37enne, è stata rinvenuta la somma di 850 euro in banconote da 50.

Denuncia

Esso, irregolare sul Territorio Nazionale, con numerosi precedenti penali e giudiziari, è risultato attualmente sottoposto alla misura cautelare di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, in sostituzione dei precedenti arresti domiciliari, così come stabilito dal Tribunale di Sorveglianza di Rimini. 

Pertanto, il 37enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti.