Olimpia Teodora di scena al PalaCosta, Porto Robur in casa dei campioni Superlega in carica

Il calendario sportivo a volte genera situazioni curiose. È esattamente il caso di domani, domenica 2 dicembre, quando nei campionati di Superlega di pallavolo maschile e Serie A2 femminile, Ravenna e Perugia incroceranno le proprie strade due volte in poche ore. Le statistiche particolari non finiscono qui, perché Perugia è capolista in entrambi i campionati.

Superlega

Reduce da 4 vittorie nelle ultime 5 partite, la Consar sarà impegnata alle ore 18 in trasferta sul campo dei campioni in carica, dove si presenta da quinta in classifica e a mente sgombra. La Sir Safety Perugia, dal canto suo, è reduce da una inaspettata sconfitta al tie break, proprio davanti al proprio pubblico, contro Monza, e sarà quindi desiderosa di riscatto.

Nel match valido per la decima giornata del campionato di Superlega, i ravennati partono nettamente sfavoriti, ma cercheranno di sfruttare la serenità per stupire e sovvertire il pronostico, senza dimenticare le enormi qualità della rosa avversaria, nella quale spicca la superstar Leon, allestita tra l’altro dal ravennate doc Stefano Recine.

Serie A2

Un’ora prima della squadra maschile, alle ore 17, al PalaCosta, la Conad Ravenna attende la Bartoccini Gioiellerie Perugia, reduce dalla giornata di riposo. La sfida tra due società storiche della pallavolo italiana apre il girone di ritorno del campionato di Serie A2, con la classifica condotta proprio dalla squadra ospite.

Nel match di andata Perugia rimontò da 0-1 a 3-1 sfruttando anche le pesanti assenze ravennati, ma l’Olimpia Teodora, che settimana scorsa ha sconfitto nettamente Marsala per 3-0, ritrovando l’apporto di Mendaro, vuole sfruttare il secondo match casalingo consecutivo per cominciare a risalire la classifica.

I commenti

“Sarà una partita interessante ed emozionante – spiega Coach Graziosi –. se è vero che gli scontri diretti portano tensione, queste sono partite dove ti puoi solo e soltanto divertire. E’ bello preparare questo tipo di gare, è bello confrontarsi con certi campioni, quindi andiamo a Perugia senza  avere nulla da perdere, con zero pressioni. E’ un dato di fatto che difficilmente squadre come Perugia steccano due gare di fila in casa, ma noi dobbiamo prima di tutto puntare alla prestazione e provare a giocare la nostra miglior pallavolo perché per la nostra autostima è importantissimo: veniamo da un buon momento, vorremmo sul campo con il gioco confermare il nostro momento positivo”.

Coach Nello Caliendo fa il punto: “Ora che l’andata è terminata e abbiamo incontrato tutte le squadre del girone, mi sento di dire che c’è grande equilibrio tra le varie compagini. Per quanto ci riguarda, più che stare a guardare gli altri, dobbiamo piuttosto concentrarci sul momento, che è determinante perché stiamo per entrare nella fase più calda del campionato. Perciò, indipendentemente dall’avversario, siamo noi che dobbiamo fare bene per recuperare quel punto di svantaggio che ci permetterà di entrare nelle prime cinque e quindi passare alla fase successiva”.

“Il rientro di Mendaro è importante per noi – prosegue l’allenatore della Conad –. Già domenica scorsa è riuscita a mettersi a disposizione e a dimostrare il suo potenziale. Mi auguro che migliori ulteriormente perché ne abbiamo bisogno. Auspico inoltre che tutta la squadra possa fare una signora partita contro Perugia. Rispetto a quando le abbiamo incontrate all’andata, le umbre sono cresciute e giocano una buona pallavolo. A parte le individualità, stanno dimostrando di essere capaci di mettere in campo un buon gioco collettivo, ritmo e compattezza. Saranno queste le . caratteristiche che dovremo tenere maggiormente sotto controllo”.