Dalle 8.45 intenso calendario di eventi promosso dal Comune

Domani, martedì 4 dicembre 2018, si celebra il 74esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo di Ravenna, da parte delle truppe alleate e dai partigiani italiani della 28^ Brigata Garibaldi. In occasione della ricorrenza il Comune promuove, oltre alla consueta cerimonia commemorativa , una serie di eventi tra teatro, libri, omaggi ai monumenti e la rivisitazione dello stemma in sala preconsiliare.

Il calendario

  • La fitta serie di appuntamenti si apre alle 8.45, nel vicolo dei Francesi, angolo via Narsete, con l’omaggio al restaurato cippo in memoria di Renato Melandri e dei vigili del fuoco Ezio Molducci e Otello Rambaldi, trucidati dai nazisti il 20 novembre 1944. È previsto il saluto del Sindaco Michele de Pascale, del comandante dei Vigili del Fuoco, Giuseppe Lomoro, e del presidente provinciale Anpi Ravenna, Ivano Artioli;
  • Un’ora più tardi, alle 9.45, nella sala preconsiliare della residenza municipale, verrà inaugurato lo stemma pavimentale della Repubblica italiana a fianco dello stemma del Comune. Oltre al prefetto Enrico Caterino e al soprintendente Giorgio Cozzolino, saranno presenti gli studenti delle scuole della città;
  • Alle 10.30 appuntamento in Piazza del Popolo con la cerimonia di deposizione di corone e omaggio alla lapide in memoria dei Caduti della seconda guerra mondiale, alla presenza del picchetto d’onore militare interforze, accompagnata dalla esibizione della banda cittadina;
  • La mattinata si concluderà alle 11, nel palazzo dei Congressi, in Largo Firenze 9, dove, dopo il saluto del Sindaco, verrà presentato lo spettacolo teatrale “L’è e sù tèmp! Per ogni cosa c’è il suo momento un tempo per la guerra e un tempo per la pace” di Lady Godiva Teatro, in cui un gruppo di 20 giovani attori racconta piccole storie che hanno fatto la grande Storia.
  • Nel pomeriggio, alle ore 17.30, nella sala Spadolini della biblioteca Oriani, in via Corrado Ricci 26, verrà presentato il volume di Alessandro Galante Garrone “Calamandrei. Biografia morale e intellettuale di un grande protagonista della nostra storia”. Oltre al Sindaco De Pascale, interverranno nell’occasione, promossa dal Comitato per la Difesa della Costituzione di Ravenna e Libertà e Giustizia, circolo di Ravenna, Silvia Calamandrei, presidente della Biblioteca/Archivio Piero Calamandrei, Tomaso Montanari, storico dell’arte, presidente di Libertà e giustizia, e Francesco Moroni, curatore dell’opera.