Lettera aperta al Presidente regionale Bonaccini e all’assessore Donini

Nuovi orari dei treni

Come tutti ben sanno, treni, fermate e orari hanno subito diverse modifiche ultimamente (i nuovi orari si trovano sul sito di Trenitalia). 

Il potenziamento della tratta Bologna-Ravenna-Rimini ha permesso non solo di creare nuovi collegamenti, ma anche di accorciare i tempi di viaggio per molti pendolari.

Ha anche causato però molti disagi ai danni di lavoratori e studenti. 

Il malcontento deriva dalla sopressione di alcune fermate considerate “minori” creando disagi multipli a diverse persone.

La lettera

A proposito del nuovo orario dei treni che ha scatenato tantissime proteste soprattutto per via di alcune fermate che sono state soppresse, riportiamo di seguito la lettera aperta al Presidente regionale Bonaccini e all’assessore Donini da parte del portavoce dei Verdi Gabriele Serantoni.

 
“Dopo la chiusura della stazione di Lugo, la Regione continua a sbagliare con il servizio ferroviario: lo dimostrano le numerose proteste degli utenti delle stazioni ravennati per le fermate soppresse nel nuovo orario ferroviario( Barbiano,Godo, Classe).
Secondo Trenitalia, infatti, è la Regione, in quanto finanziatore in base al contratto di servizio, ad avere l’onere della programmazione e dell’approvazione degli orari.
Oggi la velocizzazione dei treni per Lugo e Ravenna trascura le fermate nelle piccole stazioni usate prevalentemente dai pendolari .
E per quanto riguarda Lugo sono stati soppressi due treni veloci del pomeriggio per il ritorno da Bologna, penalizzando così i pendolari.
Mentre continua a mancare un treno in tarda serata da Bologna verso Lugo.Esisteva molti anni fa, poi fu cancellato. L’ultimo attualmente è alle 22,06. Chi volesse rimanere nel capoluogo per impegni, per cultura o divertimento, deve per forza usare l’auto privata.
I Verdi invitano pertanto l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini ed il presidente Stefano Bonaccini ad intervenire sui propri dirigenti e tecnici per attuare le modifiche necessarie ad alleviare e rimuovere il disagio degli utenti.
Altrimenti a nulla vale battersi, a parole, per la difesa della qualità dell’aria in una delle regioni più inquinate d’Europa ( non dimentichiamolo mai!) lanciando sterili slogan e proclamando campagne e giornate antismog.
Gli utenti del servizio ferroviario dovrebbero avere da parte della Regione un trattamento di particolare riguardo con treni puntuali e confortevoli. Invece, si fa di tutto scoraggiarne l’uso: biglietterie chiuse,stazioni chiuse, treni al di sotto della decenza.”
 
I Verdi saranno in piazza a Godo sabato prossimo a sostegno delle istanze dei pendolari e del servizio pubblico su ferrovia.
               
 

Segui le tappe della vicenda:

03/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083672-nuovi-orari-dei-treni-pro-e-contro

04/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083691-michele-de-pascale-latteggiamento-trenitalia-e-ingiustificabile

04/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083687-polemiche-sui-nuovi-orari-dei-treni-m5s-regione-chieda-ripristino-delle-fermate

05/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083711-orari-dei-treni-arrivo-nuove-soluzioni-studenti-e-pendolari

08/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083740-disagi-nuovi-orari-dei-treni-arriva-un-intervento-tampone

09/12/18 https://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0083751-nuovi-orari-dei-treni-si-intervenga-subito-sulle-criticita