Domenica 20 alle 17 al PalaCosta ingresso omaggio per gli under 12 e a 5 euro per tutti

Torna in campo dopo oltre 20 giorni di riposo la Conad Olimpia Teodora Ravenna, che domani, domenica 20 gennaio, alle ore 17, al PalaCosta, ospita Cutrofiano in un match che potrebbe risultare lo spartiacque della stagione. Le avversarie sono infatti in classifica appaiate alle romagnola, a 5 punti di distacco da Sassuolo, che rappresenta l’ultimo posto disponibile per l’accesso al girone playoff.

Con due partite ancora da giocare con la sola delle emiliane, sia per la Conad che per le avversarie pugliesi il gap resterebbe colmabile in caso di vittoria. Anche in caso di mancato raggiungimento del girone playoff comunque, i punti negli scontri diretti vengono ereditati nella seconda parte di stagione, rendendo lo scontro decisivo in ogni caso negli equilibri della stagione.

Agli infortuni di Canton e Lombardi, entrambe operate al ginocchio, si è purtroppo aggiunto durante l’ultima partita a S.G. Marignano quello di Aluigi, in via di recupero ma ancora indisponibile. Nonostante il roster ridotto all’osso la Conad vuole però giocarsi le sue carte, cercando di far dimenticare il 3-0 subito all’andata, che rappresenta probabilmente la prestazione più brutta offerta dalle ragazze ravennati quest’anno.

La dichiarazione

Gli infortuni di Canton e Lombardi, entrambe operate al ginocchio, e di Aluigi, già in fase di recupero, non rendono facile la gestione della squadra, ma coach Caliendo è fiducioso nella tenuta delle atlete che restano a sua disposizione: “Gli intrecci di calendario ci hanno portato a riposare il 6 gennaio e a godere così di una lunga pausa che, vista la situazione d’infermeria, ci ha dato la possibilità di recuperare un po’ e di lavorare soprattutto dal punto di vista fisico. La lunga sosta è stata gestita soprattutto nell’ottica di programmare qualche recupero in più e ovviamente tutto è stato combinato con il lavoro tecnico con la palla”.

“Ci siamo allenati bene, concentrandoci su di noi – conclude l’allenatore –, consapevoli che ci aspetta un impegno importante e guardiamo solo a quello. L’ambiente è abbastanza sereno e nello spogliatoio c’è la giusta tensione. A Cutrofiano abbiamo subito una sconfitta netta e questo di sicuro ci darà un ulteriore stimolo per fare attenzione e per riscattare il 3 a 0 dell’andata”.