Successo per 3-1 al PalaCosta e 3 punti fondamentali in classifica per le romagnole

Grande vittoria per 3-1 al PalaCosta per la Conad Ravenna, che batte Cutrofiano e conquista il bottino pieno di 3 punti, staccando le avversarie in classifica e portandosi a -2 da Sassuolo. A una giornata dalla fine del girone preliminare l’Olimpia Teodora tiene quindi vive le speranze di accesso al girone playoff, ma per portare a termine la rimonta avrà bisogno di una vittoria nella trasferta di settimana prossima a Marsala e di una contemporanea sconfitta delle emiliane a Trento.

La partita

Con il roster decimato dalle assenze di Lombardi e Canton, a cui si aggiunge Aluigi, ancora in recupero dall’infortunio patito contro S.G. Marignano, Coach Caliendo manda in campo Ubertini nello starting six.

L’avvio del match è molto equilibrato, l’ace di Mendaro vale il 3-2, ma le due squadre si sorpassano e controsorpassano più volte. Il primo allungo è della Conad che si porta sul 14-11 con Bacchi e, anche se le ospiti tornano subito sotto sul 14-13, Ravenna prende il controllo del set con un parzialone di 8-1 che vale il 22-14, firmato da Torcolacci prima in attacco e poi a muro. L’Olimpia Teodora non si guarda più indietro e con Ubertini chiude i conti al secondo tentativo sul 25-15.

La reazione ospite arriva nella seconda frazione, in cui Cutrofiano si porta ben presto avanti sul 5-8. Mendaro prova a riportare a contatto le padrone di casa sul 7-8, ma il lavoro a muro di Provaroni e Vincenti regala alle avversarie la fuga sull’8-12. Cutrofiano allunga fino all’11-18 e mantiene il vantaggio fino a fine parziale, chiudendo il set per 18-25.

L’equilibrio torna protagonista nella terza frazione, quando il muro di Bacchi vale il primo vantaggio della Conad sul 7-6. Ravenna prova l’allungo sul 12-10, ma viene subito pareggiata (12-12) e superata sul 15-16. Il parziale è combattutissimo con l’ace di Mendaro che riporta avanti le padrone di casa sul 20-19, poi la volata finale premia le Leonesse, che allungano sul 24-22, trascinate da due punti consecutivi di capitan Bacchi, e chiudono subito i conti per 25-22 grazie a un muro di Torcolacci.

Con l’ace di Agrifoglio l’Olimpia Teodora si porta subito 2-0 nel quarto set. Cutrofiano pareggia 2-2, ma subisce il nuovo allungo delle padrone di casa che si portano 8-5 con l’ace di Ubertini. Torcolacci a muro firma il 10-7, mentre le ospiti perdono lucidità e un cartellino rosso alla panchina regala a Ravenna il 13-8. La Conad vola sul 17-9 con il muro di Mendaro e doppia le avversarie sul 22-11, poi, quando Cutrofiano prova il colpo di coda, ancora due punti consecutivi dell’opposto cubano chiudono il set per 25-15 e il match per 3-1.

Il commento

A fine partita Coach Nello Caliento è soddisfatto: “Questa vittoria è importantissima per sia per i playoff sia per i playout. Per ora ce la gustiamo, poi vedremo a cosa ci servirà. Riguardo alla partita di oggi, nel secondo set Cutrofiano ha girato la formazione e noi abbiamo un po’ stentato a ritrovare gli equilibri, dovevamo modificare qualcosa come tattica di gioco e abbiamo fatto un po’ di fatica. Poi andando avanti abbiamo cambiato anche noi e siamo riusciti a incastrare tecnicamente meglio le rotazioni. È stata una grande prestazione di tutta la squadra che si è ricompattata. Le difficoltà sono tante e quando è così può succedere che tutto si sfaldi o tutto si ricompatti. Fortunatamente le ragazze ci stanno credendo e oggi si è visto in campo. Ora ci aspetta un’altra settimana di passione e domenica un’altra partita importantissima da non sbagliare. Andiamo a Marsala sicuramente per giocarci la partita e vincere”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Cuore di Mamma Cutrofiano 3-1 (25-15, 18-25, 25-22, 25-15)

Ravenna: Bacchi 14, Mendaro 24, Gioli 12, Torcolacci 10, Agrifoglio 3, Calisesi, Rocchi (L), Ubertini 10, Vallicelli. N.e: Fusaroli, Altini, Aluigi. All.: Nello Caliendo. Vice all.: Francesco Guarnieri.

Muri 10, ace 3, battute sbagliate 10, errori ricez. 0, ricez. pos 57%, ricez. perf 22%, errori attacco 7, attacco 43%.

Cutrofiano: Negro, Provaroni 6, Moneta 11, Saveriano 3, Vincenti 8, Manzano 10, Barbagallo (L), Antignano, Faraone (L), Lutz 19, Morone 1. N.e.: Bertone. All.: Antonio Carratù. Vice all.: Giuseppe Progna.

Muri 6, ace 0, battute sbagliate 6, errori ricez. 3, ricez. pos 46%, ricez. perf 26%, errori attacco 8, attacco 38%.

Arbitri: Rocco Brancati e Paolo Scotti.

Note: Durata set: 22‘, 24’, 25‘, 22’; tot. 93‘. Spettatori: 550 circa.