Avrebbe affermato di aver perso alle slot, di volersi ammazzare perché non ce la faceva più

Si sospetta un gesto suicida

Si sospetta che il 50enne morto nella serata di domenica colpito da un treno al passaggio a livello di via Canale Molinetto, sia stato un gesto suicida.

La causa, come riporta il Corriere di Romagna, potrebbe essere la ludopatia e un’ingente perdita al gioco d’azzardo, sommata agli arretrati di affitto e bollette non pagati. 

E’ quanto sembra emergere dalle indagini della Polfer e dei carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Lucrezia Ciriello.

La testimonianza dell’amico

Importantisssima è stata la testimonianza di un conoscente del 50enne.

Esso avrebbe affermato che poco prima della tragedia la vittima lo avesse chiamato dicendogli di aver appena perso alle slot una somma pari a 1000 euro e che per questo era disperato in quanto, a quel punto, non avrebbe saputo come pagare le bollette e l’affitto (di cui sarebbe stato in arretrato già di due mesi).

Uno sfogo al quale sarebbe seguita l’agghiacciante affermazione di volersi ammazzare perchè non ce la faceva più.