Dopo un brutto primo set, Ravenna riesce a rimontare contro il fanalino di coda

Torna dall’insidiosa trasferta di Castellana con il bottino pieno la Consar Ravenna, che dopo un brutto primo set riesce a trionfare per 1-3. Dopo l’1-1 il Porto RoburCosta strappa ai vantaggi il terzo parziale per 28-30 e sposta così a suo favore l’equilibrio del match, riuscendo poi a portare a casa 3 punti su un campo dove ben 6 volte in stagione i padroni di casa avevano trascinato gli avversari al tie break.

La partita

In partenza Coach Graziosi torna allo starti gli six con Rychlicki opposto e Raffaelli in attacco, mentre a sedersi in panchina è Argenta. Ravenna parte fortissimo grazie al solito opposto lussemburghese, che segna lo 0-4 e propizia l’allungo fino addirittura al 4-11. L’ingresso dell’ex romagnolo Renan cambia però l’inerzia del set, con un incredibile turno di servizio che riporta i padroni di casa sul 12 pari. Mirza con due ace e un attacco vincente firma il sorpasso e l’allungo di Castellana sul 17-14, poi Graziosi prova a giocarsi la carta Argenta, ma ancora Renan chiude i conti con un attacco e un ace per il definitivo 25-20.

Il secondo set si apre con lo starti gli six iniziale in campo per la Consar, che spezza l’equilibrio sul 6-10 grazie al turno al servizio di Russo. Gli ospiti non lasciano spazio a rimonte e, anzi, allungano nella parte centrale della frazione, poi ci pensa Poglajen con 3 attacchi vincenti a mettere il punto esclamativo sul parziale, chiuso per 18-25.

La Consar apre avanti 3-0 il terzo set, ma Castellana rimette i conti in equilibrio sul 6 pari con il solito Renan. Il lavoro a muro vale agli ospiti un nuovo allungo sul 10-13, ma la BCC ritrova di nuovo la parità a quota 20 con un mini-parziale di 3-0. Ancora due muri di Verhees e Raffaelli regalano un break a Ravenna, ma i padroni di casa non mollano e ricuciono subito sul 23-23, mandando poi ai vantaggi la frazione. Castellana annulla 4 set point, ma in un finale di parziale tiratissimo la Consar la spunta per 28-30.

L’inerzia del match è ora in favore degli ospiti, che partono forte nel quarto set e con l’ace di Russo volano sul 5-9. La BCC per l’ennesima volta non molla e rimette in sesto le cose sull’11-11, poi fino a quota 17 è l’equilibrio il protagonista. La volata finale è tutta per la Consar che conquista il set per 19-25 e la seconda vittoria esterna in campionato per 1-3.

La sala stampa

Devo fare i complimenti ai ragazzi perché venivamo da una settimana complicata – ammette Gianluca Graziosi – perché avevamo accusato in modo particolare la sconfitta di Vibo. L’inizio della partita è stato lo specchio della settimana, siamo partiti bene ma alla prima difficoltà abbiamo giocato con tanta tensione. Poi i ragazzi sono stati bravi e ci hanno creduto: qui in questo campo squadre come Modena, Trento, Monza e Milano hanno lasciato punti. Noi ne portiamo via tre. Non abbiamo giocato una grande partita tecnicamente ma dal punto di vista della mentalità e dell’atteggiamento oggi siamo stati una grande squadra”.

Il tabellino

BCC Castellana Grotte – Consar Ravenna 1-3 (25-20, 18-25, 28-30, 19-25)

Castellana: Falaschi 3, Kruzhkov, Zingel 9, De Togni 1, Wlodarczyk 12,  Mirzajanpour 12, Cavaccini (lib.), Scopelliti 2, Renan 29. Ne: Pace (lib.), Agrusti, Studzinski, Quartarone. All.: Di Pinto.

Ravenna: Saitta, Rychlicki 24, Verhees 8, Russo 7, Raffaelli 17, Poglajen 16, Goi (lib.), Di Tommaso, Argenta 1, Lavia. Ne: Elia, Smidl, Marchini. All.: Graziosi.

Arbitri: Cesare di Roma e Piana di Carpi.

Note: Durata set: 27’, 26’, 40’, 24’ tot. 117’. Castellana Grotte (7 bv, 15 bs, 12 muri, 12 errori), Ravenna (5 bv, 14 bs, 13 muri, 8 errori). Spettatori: 1000. MVP: Poglajen.