Sotto di 18 all’intervallo, Ravenna rimonta grazie a uno show offensivo di Smith, ma nel finale non trova il sorpasso

Termina con una sconfitta per 90-94 per l’OraSì Ravenna l’anticipo del PalaCattani di Faenza contro la Hertz Cagliari. I giallorossi sbagliano l’approccio alla partita e si ritrovano sotto anche di 20 punti nel primo tempo, poi nel secondo, grazie a un fenomenale Adam Smith (38 punti alla fine di cui 29 nella ripresa), torna sotto fino al -1, ma nel finale gli ospiti sono freddi e respingono la rimonta. Miles (30 punti) e Rullo (26) sono i due MVP per Cagliari, che vince per la seconda volta contro i romagnoli, inguaiando i ragazzi di Mazzon, comunque ancora settimi, nel gruppono in lotta per non retrocedere.

La partita

In avvio Miles si presenta con le triple dello 0-3 e del 6-7, ma la partita resta in equilibrio fino al 5’ (10-12). Cagliari riesce a trovare tante soluzioni facili da sotto e domina a rimbalzo d’attacco (7 nel primo quarto), mettendo le basi per la fuga: Rullo da 3 segna il 14-23, poi, nonostante la tripla di Jurkatamm (17-26), Miles pesca il terzo fallo di Smith e sulla sirena realizza il canestro del 17-30.

Il secondo periodo riparte con lo stesso copione e una tripla del solito Miles (17-33), poi gli ospiti doppiano l’OraSì sul 18-36 con Picarelli. Ancora Jurkatamm e Montano provano con due canestri pesanti a rimettere in corsa i padroni di casa sul 24-38, ma Rullo risponde a suo volta con due bombe consecutive e Rovatti regala il +20 a Cagliari sul 28-38. Ravenna prova a chiudere il tempo in crescita e Smith da 3 segna il canestro del -15 a pochi secondi dalla fine, ma ancora Miles gela il pubblico giallorosso con il canestro da metà campo sulla sirena che manda le squadre negli spogliatoi sul 33-51.

Al rientro dall’intervallo lungo la tripla di Rovatti vale il massimo vantaggio ospite sul 36-57 (+21) e il pubblico di Ravenna invita i giocatori a tirare fuori gli attributi. I giallorossi eseguono alla lettera alzando la pressione difensiva, ma è quando si accende il solito Smith che la partita cambia inerzia: la guardia americana segna 19 punti nel solo terzo periodo e le sue triple riportano sotto i padroni di casa. Il parziale, aperto proprio da una bomba di Smith, si allunga fino a 23-7 ed è chiuso da altri due canestri da dietro l’arco dell’americano per il 59-64. Janelidze da 3 prova a raffreddare il pubblico del PalaCattani, ma all’ultimo intervallo l’OraSì insegue a solo due possessi sul 62-67.

In apertura di quarto periodo Smith riposa in panchina e due triple consecutive di Rullo regalano la nuova doppia cifra di vantaggio a Cagliari sul 62-73. Ancora Rullo da 3 realizza il 66-78, ma la pronta risposta del rientrato Smith (69-78) e il gol dalla lunga distanza anche di Laganà lanciano la definitiva rimonta dei padroni di casa, che si riportano a -2 sul 78-80 grazie a due canestri a rimbalzo d’attacco di Hairston. Il parziale giallorosso si allunga a 15-4 quando la tripla di Laganà vale l’81-82, ma, dopo quasi 20’ di assenza nel finale si risveglia Miles che mette la bomba dall’81-85. Nell’ultimo minuto Cagliari è fredda ai tiri liberi e la tripla di Smith a una manciata di secondi dalla sirena serve solo ad accorciare le distanze sul 90-93. Montano prova a mettere pressione sulla rimessa ma l’arbitro lo sanziona con un fallo tecnico e Rullo chiude i conti sul definitivo 90-94.

Il tabellino

OraSì Ravenna – Hertz Cagliari 90-94 (17-30, 33-51, 62-67)

Ravenna: Tartamella ne, Hairston 24, Smith 38, Montano 3, Jurkatamm 6, Cardillo 2, Masciadri, Rubbini, Seck ne, Gandini 1, Baldassi ne, Laganà 16. All. Mazzon.

Cagliari: Miles 30, Allegretti 4, Rullo 26, Gallizzi ne, Rovatti 9, Matrone ne, Bucarelli 3, Johnson 8, Picarelli 5, Janelidze 9. All. Iacozza.