Per un’area dove i fidati amici a quattro zampe possano correre felicemente

5000 firme per la petizione

Si chiama “Un mare anche per me” ed è la petizione lanciata da Giacomo Gelmi sul sito internet Change.org. 

Ha avuto successo raccogliendo quasi 5.000 firme.

Essa, stesa con l’aiuto anche di avvocati, veterinari e professori universitari, è una vera e propria proposta di legge e verrà presentata alle forze politiche regionali.

Una prima discussione avrà luogo il 10 febbraio a Ferrara dove parteciperanno i gruppi politici interessati e gli imprenditori coinvolti da tale decisione in quanto non vogliono rinunciare alla clientela che si presenta all’attività con il suo “amico peloso”.

Il vero obiettivo, però, è aprire un tavolo di discussione in Regione, a Bolgona. 

Un’area veramente libera

L’idea è quella di realizzare un’area balnerare, delimitata da una recinzione formata da una rete di tessuto, in cui i padroni possano lasciare i loro cani liberi di correre e divertirsi senza l’obbligo di indossare il guinzaglio. 

Le spiagge in cui, per adesso, puoi andare col tuo pet: 

  • Casal Borsetti a sud del bagno Overbeach,
  • Marina Romea tra i campeggi Reno e Romea,
  • Lido di Classe a nord della foce del Savio,
  • Lido Adriano a nord dello stabilimento Oasi, 
  • Lido di Savio a sud della foce del Savio.