Pena di 2 anni per il figlio Flavio e per l’ex presidente Antonio Ciriello

È terminato con la condanna a 4 anni per Gianni Fabbri il processo di primo grado per il fallimento del Ravenna Calcio, avvenuto nel 2012. Condanna a 2 anni invece per il figlio Flavio e per l’ex presidente Antonio Ciriello.

La richiesta dell’accusa, che sosteneva come il crac fosse da ricondurre alla gestione dell’ex patron giallorosso, durante la quale sarebbero avvenute una serie di operazioni illecite, come ad esempio alcune sponsorizzazioni fittizie, era stata di 5 anni. Molto probabile comunque il ricorso in appello da parte della difesa, che attribuisce la responsabilità del fallimento alla successiva gestione Aletti.