Un 50enne campano, residente nel forese, è accusato di truffa

Le indagini sono scaturite dalla denuncia di una donna è hanno portato la Polizia di Stato ad arrestare un 50enne campano domiciliato nel ravennate, per il reato di truffa.

I fatti

Qualche tempo fa una donna si era rivolta all’artigiano, residente nel forese, per la realizzazione di una finestra e, dopo i contatti preliminari, il sopralluogo nell’appartamento e la scelta della tipologia dei materiali, l’artigiano aveva prodotto alla cliente il relativo preventivo di spesa.

Al preventivo sono seguite richieste di versamenti come acconti per l’avanzamento dei lavori, che la donna puntualmente ha effettuato, senza però riuscire ad ottenere l’infisso. A nulla sono valse le sue visite alla ditta artigiana che è risultata addirittura essere chiusa.

La donna non si è però data per vinta ed è riuscita a ritracciare l’azienda che avrebbe dovuto fornire all’artigiano i materiali necessari per la realizzazione della finestra, scoprendo che l’azienda si era rifiutata di eseguire la prestazione d’opera a causa di mancati pregressi pagamenti dell’artigiano.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ravenna, in seguito alla denuncia-querela sporta dalla donna hanno permesso di identificare l’uomo, che è stato denunciato a piede libero dagli investigatori della Squadra Mobile.