Ancisi (LpR) al sindaco: è vero che le telecamere di sicurezza sono spente?

“Sfregia le auto e minaccia i passanti in zona Speyer”

Giovedì 14 marzo, alle ore 23.49, un’utente del gruppo whatsapp “Ravenna SOS sicurezza” ha postato su questa rete il seguente messaggio: “Ravenna. Questa sera in Via Carducci davanti alla scuola di ragioneria sono state rigate 6 auto. Sono intervenute le forze dell’ordine”.

Il fatto sarebbe avvenuto appena dopo le 20.30.

Le auto, come si vede dalle foto, erano state vistosamente sfregiate da righe e scarabocchi.

Ecco allora il question time indirizzato al sindaco Michele de Pascale da parte del capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi sull’accaduto con il quale gli chiede se sia vero che alcune telecamere di sicurezza in zona Speyer siano spente e un miglior controllo sulla vendita di alcolici in tale zona.

Le parole di Ancisi  

“Da testimonianze e pronunciamenti a nostra conoscenza sappiamo che il vandalo è stato un giovane di colore ubriaco, senza documenti, in possesso di un coltellino con cui è infierito sulle auto, minacciando anche i passanti. È intervenuta la polizia di Stato, che lo ha arrestato e denunciato. La polizia comunale è semplicemente passata di lì più tardi. Siamo nell’area urbana malconosciuta come ‘zona giardini Speyer’. L’amministrazione comunale l’ha messa sotto osservazione speciale tramite l’ordinanza con cui, dal 1° ottobre al 30 giugno, il sindaco ha sottoposto a divieto totale di consumo di bevande alcoliche fornite dagli esercizi pubblichi in bottiglie di vetro e lattine tutta l’area della stazione ferroviaria compresa entro le strade e relative laterali che vi affluiscono, punendo ogni violazione con la sanzione di 200 euro.

Abbiamo però certezza che, proprio in territorio Speyer, l’alcool viene viceversa somministrato e consumato a fiumi, con effetti devastanti sulla salubrità e sulla decenza pubblica e con prevedibili fenomeni di ubriachezza a danno della sicurezza delle persone e delle proprietà, com’ è lecito presumere sia stato nel caso in oggetto. Si propone, come sempre, il problema di come siano o no effettuati i controlli e gli interventi della polizia urbana su tale genere di ordinanze. Si dovrà allargare il tema – faremo anche questo – alla necessità, ormai irrinunciabile, di risanare dalla malvivenza e dall’indecenza la zona stazione, soprattutto i giardini Speyer e dintorni, applicando le norme disposte dai decreti sicurezza 2017 e 2018 che, andando oltre i limiti delle ordinanze sindacale, consentono, attraverso il regolamento di polizia locale (quello che la Giunta comunale ha annunciato da un anno, tenendolo finora nel cassetto), di individuare luoghi della città su cui introdurre nuovi e più incisivi strumenti repressivi volti a tutelarne il decoro e l’uso prevenendo le condotte illecite.

L’interrogazione:  restando sul pezzo, così da legittimare la richiesta di urgente risposta, abbiamo però ricevuto notizia che telecamere del Comune poste sulla zona in causa sarebbero spente. In ragione di quanto sopra, chiediamo dunque al sindaco:

  • ogni notizia utile ad informare la cittadinanza dei fatti in oggetto, anche al fine di punirne seriamente il colpevole;
  • come intenda reprimere le somministrazioni e i consumi di bevande alcoliche abusivi che, finanche a produrre fenomeni di ubriachezza molesta, si verificano in zona stazione, specialmente sul lato sud dei giardini Speyer;
  • se ci sono dispositivi spenti nelle telecamere posizionate sul posto, e perché”.