foto Shutterstock

Espressioni come “femminuccia” sarebbero volate da parte di un genitore avversario

È terminata nel peggiore dei modi, domenica scorsa, una partita di calcio di ragazzini classe 2007. La decisione forte è stata presa da uno degli allenatori, che ha ritirato la sua squadra alla fine del primo tempo per protestare contro gli insulti che dalle tribune erano piovuti contro uno dei suoi ragazzi, che sarebbe stato apostrofato come “femminuccia” da uno dei genitori avversari.

Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, in edicola questa mattina, martedì 19, il Mister avrebbe scelto di non rientrare in campo per il secondo tempo, e quindi perdere a tavolino, nonostante la sua squadra si trovasse in vantaggio. In una intervista inoltre la madre del ragazzino dichiara di stare valutando una denuncia nei confronti dell’autore delle frasi.