Ecco come smaltire correttamente l’olio

Anche Roncalceci ha la sua colonnina di raccolta per oli alimentari usati

Continua a dare i suoi buoni frutti la collaborazione tra il Comitato Cittadino di Roncalceci ed Hera iniziata gia’ da qualche tempo in occasione dell’organizzazione del tradizionale appuntamento estivo che ha visto Roncalceci essere di fatto la prima localita’ ravennate ad organizzare una “Festa Amica dell’Ambiente”.

Concordato con il Sig. Rino Coviello di Hera il posizionamento volutamente al centro di Roncalceci per renderla facilmente accessibile alle persone anziane, e’ arrivata anche a Roncalceci il nuovo ed elegante contenitore stradale per raccogliere l’olio alimentare usato.

Olio usato una seria minaccia per l’ambiente

L’olio usato per friggere o estratto da vasetti e barattoli costituisce una minaccia per l’ambiente, e deve essere correttamente raccolto e smaltito .

Ogni anno in Italia vengono prodotte 280.000 tonnellate di olio alimentare esausto, circa 5 Kg pro capite.

Quest’olio se viene disperso nell’ambiente, come quello utilizzato nei motori delle automobili, rappresenta una fonte di inquinamento rilevante per il terreno, la flora e la fauna, l’acqua e anche per i filtri dei depuratori e le linee fognarie, 
Versato in uno specchio d’acqua un solo litro è in grado di formare una pellicola inquinante grande quanto un campo da calcio e di rendere non potabile un milione di litri d’acqua (pari a circa la quantità consumata da un individuo in 14 anni).

Fondamentale sensibilizzare i cittadini sulla importanza della raccolta, smaltimento e riutilizzo dell’olio prodotto dalla ristorazione, dall’industria e dalle famiglie, olio da cucina, strutto, olio da frittura, da sott’oli o da conservazione cibi.

Questo scarto correttamente trattato, diventa una risorsa che può essere trasformato in: lubrificanti, bio-diesel, saponi, tensioattivi, inchiostri, e altro.

Come comportarsi per il giusto smaltimento?

L’olio alimentare, dopo averlo fatto raffreddare, deve essere raccolto in bottiglie di plastica, non vetro, ben chiuse e dal diametro massimo di 18 cm e conferito nella colonnina.

Anche le bottiglie di plastica utilizzate per conferire l’olio sono infine avviate al recupero nella filiera della plastica.

Continua così un percorso intrapreso per sollecitare l’attenzione dei cittadini sulla raccolta differenziata dei rifiuti e al conseguente recupero di materiali , senza trascurare tutti quegli aspetti di decoro urbano che incidono sulle nostre citta’ e nelle nostre campagne per il benessere di tutti.