La lettera di un nostro lettore

Letta di un lettore preoccupato: “Via Trieste piena di buche”

Riportiamo di seguito la lettera di un nostro lettore che chiede al Comune provvedimenti per il manto stradale di via Trieste particolarmente danneggiato dalle buche, il quale si rende un pericolo per la sicurezza dei cittadini, soprattutto in vista dell’estate.

Buche in via Trieste
Alla nostra sicurezza chi ci pensa?

“Certo, non si può dire che Ravenna sia la capitale delle belle strade, ma un degrado del genere non è ammissibile. Soprattutto in vista dell’estate.

Di strade ‘messe male’ nella nostra città ce ne sono, ma via Trieste è davvero troppo.

Mi riferisco al tratto della via che percorrono quasi tutti i cittadini che vogliono andare a Marina di Ravenna e Punta Marina: specialmente il segmento compreso fra il McDonald, per intenderci, e poco più avanti della Micoperi, è tutto un buco.

Definirlo disastrato è quasi un complimento; sicuramente non sarà un punto a favore per la nostra località agli occhi dei turisti che dalla città procederanno verso il mare durante la stagione estiva.

Ma non è affatto il turismo a preoccuparmi.

Io penso alle ripercussioni che tale degrado possa avere sulla sicurezza degli automobilisti e, soprattutto, dei motociclisti che percorreranno quella strada.

Buche in via Trieste

Con l’estate le moto e i motorini in giro aumentano a dismisura, sia perché fa caldo, sia perché in alta stagione trovare un posto auto a Marina di Ravenna è davvero una gara…così sono sempre di più i ‘due ruote’ che vediamo fare su e giù per la via che porta al mare.

Loro sono i soggetti più a rischio per le buche e per il malmesso manto stradale in quanto è sufficiente prendere la buca in maniera errata o anche solo un pochino più veloce e si rischia di sbandare.

Sbandare in quella strada è estremamente pericoloso in quanto ai lati vi sono grandi alberi contro cui i motociclisti potrebbero andare a finire e sopratutto quella via è particolarmente trafficata, anche e specialmente da mezzi pesanti come i camion.

Pensare che un ragazzino in scooter possa sbandare e finire sotto un camion per via di una buca in strada è davvero triste.

Pensare che qualcuno possa sbandare e finire contro altri veicoli e, soprattutto nelle ore di punta, causare incidenti che coinvolgono diversi veicoli e quindi molteplici persone innocenti, è ancora più triste.

Soprattutto perché il Comune ne sarebbe l’artefice.

L’interesse di questa lettera non è la critica, in quanto essa fine a sé stessa non porta a nulla.

Tutto quello che chiedo con queste righe è che chi di dovere possa spendere un secondo per pensare a tale situazione, con la certezza che a chiunque sia dotato di buon senso basterà riflettere su ciò ed immediatamente sarà portato ad agire per la sicurezza di tutti noi.

Se devono partire i lavori, che partano, non si può aspettare sempre l’ultimo secondo.

Se non sarà così, toccherà a noi cittadini riflettere.

Alla nostra sicurezza, chi ci pensa?”.

Buche in via Trieste