Grande successo nel weekend di Pasqua per “Ravenna in fiore”, che sabato e domenica scorse ha colorato Piazza Kennedy nel centro storico di Ravenna. Già transitato in città per gli scorsi anni, il tour delle Piazze In Fiore organizzato da SGP Eventi, con il patrocinio del Comune di Ravenna, ha colorato la piazza con tantissime varietà di piante e fiori, proposte direttamente da floricoltori provenienti da tutta Italia.

Piante e fiori

Regine della mostra mercato sono state le rose, presenti in tantissime varietà, da giardino e rampicanti, rare e antiche come la Variegata di Bologna risalente al 1900, con accese striature porpora su un fondo bianco crema, o la profumatissima rosa inglese Gertrude Jekyll, e ancora quelle di nuova produzione come “Anna Molinari” dedicata alla stilista di Blumarine o la “New Immagine”, dalle sfumature violette. Presenti anche le profumatissime Peonie, ovvero le rose senza spine, già in fiore. Altra novità di quest’anno è stato il Delphinium, pianta erbacea ramificata, originaria dell’Asia, con più rami e fiori dal raro colore blu elettrico.

Le rarità

Tra gigli, fresie, tulipani e primule, solo per citarne alcune, ma anche piante da interni, da giardino e da frutto, hanno spiccato alcune rarità da non perdere: dalla Sicilia piante di limone e arancio, dalla Toscana azalee e rododendri fioriti e di varie grandezze, e, ancora, cicas e bouganville. Presente anche la surfinea night sky, l’ibrido di petunia dal colore unico che ricorda un cielo stellato, l’ aloe vera,  gerani e petunie, le amatissime orchidee, le campanule e la “barba di Giove” particolarissime fioriture a cascata da appendere ed addobbare balconi e terrazzi.

Oltre alle piante grasse, rare e da collezioni quest’anno, per la prima volta in Italia, è stato possibile acquistare i Kokedama: un particolare tipo di bonsai senza vaso utilizzati per arredare con gusto e arte gli interni e gli esterni delle abitazioni. Le piccole creazione verdi e sferiche rimandano alla tradizione giapponese. Il termine kokedama, infatti, affonda le sue origini in due ideogrammi: koke che nella cultura giapponese significa “muschio” e dama che significa “perla” o “sfera”.

Pollice verde e cucina bio

Anche quest’anno la manifestazione ha dedicato un’attenzione particolare agli appassionati dal pollice verde e della cucina bio. È stato infatti possibile acquistare terricci e humus bio, per arricchire il proprio giardino, erbe aromatiche da utilizzare in cucina per preparare gustose pietanze green style: dal rosmarino al basilico, dal timo al coriandolo, passando per la salvia, la santoreggia e le tantissime varietà di menta, pomodori, insalate, fagiolini, fragole ribes, more.

I produttori

Tutti i floricoltori presenti erano produttori, pertanto è stato possibile acquistare direttamente da loro, senza ulteriori passaggi che comporterebbero costi aggiuntivi. I produttori hanno fornito consigli su come coltivare al meglio le piante da loro prodotte e un ampio spazio è stato dedicato inoltre all’artigianato di qualità, all’hobbistica e all’alimentare: possibile trovare prodotti tipici come salumi e formaggi piemontesi, focaccia e pesto genovese e prodotti del trentino. Inoltre anche artigianato a tema con bijoux, stand vintage, attrezzature per il giardinaggio e per l’esterno casa.