I giallorossi lottano ma subiscono il ritmo avversario e cedono gara 1

Termina con una netta sconfitta per 94-79 a Cado d’Orlando la gara 1 del primo turno di playoff dell’OraSì Ravenna. I giallorossi restano in partita solo i primi minuti, poi subiscono il ritmo di partita imposto dagli avversari e non riescono a reggere difensivamente l’impatto dei grandi realizzatori siciliani, soprattutto quello di Jordan Parks, autore di ben 31 punti di cui 24 nel primo tempo.

Ravenna insegue per tutto il match, ma non riesce mai a trovare il parziale giusto per rimettere in piedi il risultato, con il top scorer Adam Smith che solo nel finale mette a segno gran parte dei suoi 22 punti. L’assenza di Gandini si fa sentire perchè l’OraSì fatica terribilmente a limitare le scorribande al ferro dell’Orlandina, ma in vista di gara 2, che si disputerà tra sole 48 ore, sempre a Capo d’Orlando, i ragazzi di Coach Mazzon dovranno concentrarsi soprattutto sul ritmo del match: difficile infatti contenere le offensive siciliane se non si riesce a rallentare il gioco e limitare le palle perse.

La partita 

Ottimo avvio dell’OraSì che tiene basso il ritmo del match e si porta avanti sul 7-10. La risposta di Capo d’Orlando non tarda ad arrivare e i padroni di casa sorpassano e allungano quando Mei segna la tripla del 17-13. Ravenna attacca in maniera troppo confusa e le troppe palle perse lanciano la fuga dell’Orlandina. 6 punti consecutivi di Parks valgono il 26-15 e il primo quarto si chiude sul 28-18.

I giallorossi tornano sotto sul 30-24 a inizio secondo quarto, ma Parks resta un rebus insolubile per la difesa ravennate. Le triple del lungo americano aprono e chiudono un parziale di 16-5 con cui Capo d’Orlando spacca la partita volando sul 46-29. L’OraSì prova a non mollare e nell’ultimo minuto torna a -11 sul 52-41 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa tornano a imprimere il loro ritmo alla partita e piazzano un altro parzialone di 13-2 guidato dal solito Parks, portandosi a +22 sul 65-43. Ravenna si scuote con un gioco da 4 punti di Montano (67-51), poi con la bomba di Jurkatamm dimezza il divario sul 67-56 e chiude il quarto a -10 sul 71-61.

In apertura di quarto periodo l’OraSì torna in singola cifra di distacco sul 73-64, ma la tripla del 76-64 di Triche taglia le gambe ai giallorossi e Capo D’Orlando può amministrare fino al termine del match. Negli ultimi minuti tanti canestri di talento dei due bomber Smith e Triche, che chiude la partita con 6 punti consecutivi per il definitivo 94-79.

Il tabellino

Benfapp Orlandina – OraSì Ravenna 94-79 (28-18, 52-41, 71-61)

Capo d’Orlando: Bruttini 15, Trapani 16, Lagana, Parks 31, Mobio 7, Murabito, Mei 5, Triche 20, Bellan, Neri, Donda. All. Sodini.

Ravenna: Tartamella, Hairston 11, Smith 22, Montano 4, Jurkatamm 9, Cardillo 10, Marino 7, Masciadri 14, Rubbini, Seck 2, Gandini ne, Baldassi. All. Mazzon.