Era disoccupato, ma in casa aveva 6000 euro, frutto dello spaccio

Spaccio di cocaina vicino all’ippodromo

Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Ravenna. Ieri nel tardo pomeriggio i militari hanno arrestato un 32enne di origini tunisine con l’accusa di spaccio di stupefacenti.

In particolare una pattuglia della Stazione di Via Alberoni, impegnata quotidianamente nei servizi di controllo del territorio per infrenare il fenomeno dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti, ha notato un giovane che con fare molto sospetto si stava aggirando nei pressi dell’ippodromo. L’atteggiamento del giovane ha insospettito i militari che hanno iniziato a seguirlo sino a quando l’hanno sorpreso nel cedere all’autista di una berlina, che gli si era fermato accanto, un involucro che, recuperato da militari, conteneva una dose di cocaina.

Le conseguenze

L’autista, che ha confermato di aver acquistato la dose dal ragazzo, è stato segnalato quale assuntore. Lo spacciatore, ufficialmente disoccupato, che a custodiva a casa 6.000€ frutto dell’attività in illecita è stato tratto in arresto. La droga e il denaro sono stati sequestrati.

Stamani il Giudice del Tribunale di Ravenna ha convalidato l’arresto applicando all’uomo la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana in un ufficio di polizia e l’obbligo di dimora con permanenza notturna.