Si terrà giovedì 18 luglio, alle 21, nel cortile di Palazzo Grossi a Castiglione di Ravenna, il concerto inaugurale della rassegna “I luoghi dello Spirito e del Tempo” – Architetture e suggestioni sonore tra Emilia e Romagna, giunta alla sua XXIV edizione. La rassegna propone un programma musicale d’eccezione che spazia tra il Medioevo e il Settecento, tra il colto e il popolare, tra musica sacra e musica profana.

Il primo concerto

Il concerto, dal titolo “Hortus deliciarum” Concerto botanico, vedrà l’esibizione di Luca Piccioni, voce, liuto, chitarra barocca; Pietro Modesti, cornetto; Ludovico Mosena, ghironda e fiati; Massimiliano Dragoni, salterio e percussioni; Fabio Cavalli, testi, immagini e recitazione.

“Concerto botanico” racconta il rapporto tra musica e natura, che scorre come un filo rosso dal seme e dai fiori allo strumento, dalle resine alla pece, e si concretizza in un caleidoscopio di forme che l’arte riprende dalla natura: come lo strumento racconta la natura, così esso stesso ne è il risultato.

Uno strumento in particolare narra da protagonista l’evoluzione dei repertori che trattano l’universo botanico dal Medioevo all’epoca barocca: la ghironda, dotata di una ruota azionata da una manovella che sostituisce il tradizionale arco e che sfrega le corde senza mai interrompere il suono, che è tipico e riconoscibile.

Da sempre presente sia nel mondo colto che nella tradizione orale della musica occidentale a partire dai suoi avi, la synphonia e l’organistrum, si è evoluta fino a giungere ai nostri giorni. Accanto ai brani musicali dedicati allo strumento, alcuni testi storici racconteranno il rapporto tra l’ars musica e la natura.

Il concerto sarà preceduto alle 20 da una introduzione storico-artistica a cura di Vanda Budini, nota esperta di storia locale.

L’iniziativa è curata dal Collegium Musicum Classense con la direzione artistica di Maria Luisa Baldassari, Susanna Piolanti e Marina Scaioli e si avvale della collaborazione della Regione Emilia-Romagna, dell’assessorato al Decentramento del Comune e del Consiglio territoriale di Castiglione di Ravenna.

L’ingresso è ad offerta libera e in caso di pioggia il concerto si terrà nella sala Tamerice, in via Vittorio Veneto 21.