La somma sarà impiegata per i bisogni alimentari

“Una città solidale è una città più coesa ed accogliente”

Una donazione che sarà utilizzata per aiutare le famiglie che stanno vivendo una situazione di difficoltà economica. È quella che il signor Andrea Frontali, farmacista in pensione, ha voluto fare al Comune che impiegherà la somma per i bisogni alimentari delle persone che sono in carico ai servizi sociali.

Non è la prima volta che Frontali fa una donazione per sostenere interventi a beneficio della comunità e lo fa seguendo il desiderio della moglie Anna Brusi, insegnante nelle scuole medie della città, scomparsa un anno fa. È stato il primo privato cittadino ad aderire all’iniziativa ideata dall’Amministrazione comunale ‘Adotta un progetto sociale, diventa un’azienda solidale attraverso la quale aziende e associazioni finanziano la realizzazione di progetti solidaristici del territorio negli ambiti sanità, sociale, diritti degli animali/riqualificazione urbana e culturale/ricreativo.

La dichiarazione di Frontali

“Rimasi colpito da quella opportunità di aiutare gli altri in una forma nuova e interessante – afferma Frontali – e ho capito che basta prestare un po’ più di attenzione alla propria comunità per soddisfare semplici bisogni e necessità. Lo dico perché mi piacerebbe che anche altri cittadini seguissero il mio modesto esempio. Una città solidale è una città più coesa ed accogliente”.

“Desidero esprimere la mia più viva gratitudine al signor Frontali – ha detto l’assessora ai Servizi sociali Valentina Morigi – per la sua grande sensibilità nei confronti delle fasce sociali più deboli e bisognose. Lo ringrazio anche per aver scelto come interlocutore il Comune e i nostri servizi con i quali sono stati individuati i soggetti e le modalità di aiuto. Una fiducia di cui siamo davvero grati”.