Riconoscimento nazionale per la qualità dei servizi

Il Sindacato guide e accompagnatori turistici Confcommercio Ravenna entra in Confguide

Confguide Nazionale, il più importante sistema di rappresentanza unitario nazionale delle guide turistiche, guide ambientali e accompagnatori turistici, ha approvato la domanda di adesione del nostro Sindacato Guide Turistiche Confcommercio Ravenna.

Da oggi, quindi, il Sindacato ravennate aderisce ufficialmente all’organismo nazionale nel quale i singoli professionisti afferenti al settore del turismo, attraverso il sistema delle Confcommercio territoriali, possono unire le forze e vedere riconosciuti la qualità e il valore del proprio lavoro a beneficio dell’immagine dell’Italia stessa.

Confguide ritiene che la professionalità delle sue guide turistiche debba andare oltre a quanto prescritto dalla legge per garantire la massima qualità del servizio, tutelare il cliente e valorizzare al meglio il patrimonio storico artistico archeologico antropologico enogastronomico e paesaggistico del territorio. Confguide ha in progetto lo studio per il riconoscimento di qualità ISO.

Soddisfazione ravennate

“Sono molto soddisfatta – afferma Federica Mazzotti, Presidente del Sindacato guide e accompagnatori turistici Confcommercio Ravenna – che la nostra richiesta di iscrizione a Confguide Nazionale sia stata accolta. Ne abbiamo ricevuto comunicazione proprio oggi. Ciò ci consentirà di fare un’efficace rete regionale per affrontare le problematiche della nostra categoria”.

Soddisfazione per l’adesione del Sindacato è stata espressa anche dal Presidente Confcommercio Ravenna Mauro Mambelli, che “premia il lavoro, l’impegno e la professionalità di tante guide e accompagnatori associati”.

19 nuovi accompagnatori turistici e guide ambientali escursionistiche

Proprio alcune settimane fa si è concluso il percorso formativo, organizzato dall’ente di formazione Iscom E.R. Ravenna e da Confcommercio Ravenna, che ha ‘diplomato’ 19 nuovi accompagnatori turistici e guide ambientali escursionistiche.

Su 19 abilitati, 8 sono donne e 11 uomini: 3 sono di nazionalità straniera (ucrania russa e inglese). Hanno un’età compresa tra i 30 anni e i 60 anni, sono in maggioranza uomini. Hanno frequentato 150 ore di aula e nel corso delle lezioni hanno approfondito tematiche come il ruolo e il quadro normativo-istituzionale, la relazione con il cliente, la sicurezza, i servizi di accompagnamento, gli adempimenti amministrativi e l’offerta del servizio.