La risposta della neo vice-segretario regionale del Partito Democratico con una vignetta

Hanno fatto scalpore gli insulti di cui è stata oggetto su Facebook l’assessora a pubblica istruzione e infanzia del Comune di Ravenna Ouidad Bakkali. A scatenare i commenti discriminatori la notizia della nomina della donna, italiana a tutti gli effetti nonostante sia nata in Marocco, a vice-segretario regionale del Partito Democratico.

Lo stesso Pd minaccia di denunciare gli autori degli insulti, sottolineando come il web sia uno spazio comune dove offese e discriminazioni non possano più essere tollerate. La Bakkali risponde invece usando l’ironia tramite una vignetta postata sul proprio profilo: “Questa la dedico ai commentatori, alcuni, molti, non troppi devo dire, che hanno lasciato un pensiero sulla sottoscritta su alcune pagine facebook circa la mia recente nomina nel PD regionale. Io vi immagino così, alcuni e alcune anche peggio. I love you haters!”

La vignetta pubblicata da Ouidad Bakkali
La vignetta pubblicata da Ouidad Bakkali 

La solidarietà di Engim Emilia-Romagna

In mattinata in favore dell’assessora è arrivato un messaggio di solidarietà di Engim Emilia-Romagna, che, per voce del Direttore Rina Giorgetti “esprime totale dissenso, vergogna per gli insulti rintracciabili nei quotidiani online rivolti all’assessore Ouidad Bakkali.  Chi lavora nel mondo della scuola e della formazione conosce le capacità e le competenze dell’assessore, il suo impegno nell’amministrazione che ha una natura del tutto particolare: promuovere i diritti e le opportunità dei cittadini e delle cittadine del nostro territorio, sostenere il meglio per tutti dialogando con gli attori interessati.  Grazie assessore per il suo lavoro, oggi e domani”.