La Polizia di Stato ha dato corso all’ordinanza di esecuzione di pene detentive, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Bologna previe determinazioni dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Ravenna, nei confronti di un 25enne cittadino somalo residente a Ravenna, pregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti.

Il 24 dicembre 2016 il 25enne somalo fu arrestato dai Carabinieri di Ravenna, per detenzione ai fini di spaccio di grammi 515 di marijuana e grammi 25 di hashish.

All’esito dell’iter processuale, divenuta esecutiva la sentenza e trascorsi i termini per il ricorso in appello e in Cassazione, l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna previe determinazioni dell’ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Ravenna in ordine alla pena residua da scontare ha emesso l’ordine di esecuzione della predetta pena nei confronti del 25enne, che dovrà scontare, oltre al pre-sofferto, la pena di sei mesi e venticinque giorni di reclusione.

Lo straniero, dopo le formalità di legge, è stato ristretto presso la propria abitazione atteso che l’Ufficio di Sorveglianza ha concesso al condannato di scontare la pena in regime di detenzione domiciliare.