Per la rassegna “Burattini alla riscossa”, domani, lunedì 12 agosto alle 21.15 in piazza Unità d’Italia la storica compagnia I Pupi di Stac di Firenze porterà in scena lo spettacolo “Il drago dalle sette teste”.

Lo spettacolo è uno dei cavalli di battaglia della storica compagnia fiorentina, fondata nel 1946 da Carlo Staccioli, e che ha visto tra i principali animatori negli anni anche i nipoti del fondatore, Paolo e Laura Poli. I pupi, di legno intagliato, sono alti circa 60 centimetri e hanno, unici nella tradizione italiana, figura intera. Sono, insomma, marionette senza fili animate dal basso o, se si preferisce, burattini con le gambe come il loro fratello più famoso: Pinocchio. La storia alla base dello spettacolo trae origine dagli elementi della fiaba tradizionale, che ripropone secondo una messinscena dinamica e coinvolgente: nella rete del giovane pescatore Gianni finisce un pesce magico che in cambio della salvezza gli dona una conchiglia, una spada arrugginita e un compagno fedele, il cane Carlino. Assieme ai fratelli, il ragazzo affronta avventure e terribili pericoli, ma nei momenti decisivi gli vengono in aiuto la propria audacia e gli strani oggetti regalati dal pesciolino. Gianni arriva così a liberare il reame dal terribile drago. Ma quando il trionfo e la mano della principessa sono ormai conquistati ecco l’ultima, inattesa difficoltà.

La direzione artistica è di Massimiliano Venturi, evento organizzato in collaborazione con il Comune – assessorato al Turismo; ingresso libero.