Prosegue da parte della Polizia di Stato l’attività di intensificazione dei servizi di controllo del territorio per il rafforzamento delle misure di prevenzione e repressione dei reati. Lunedì sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna, con la partecipazione del personale del Reparto Prevenzione Crimine “Emilia Romagna” e della Polizia Locale di Ravenna, hanno dato corso a un servizio straordinario di controllo del territorio predisposto dal Questore di Ravenna, dr.ssa Loretta Bignardi, che è stato attuato, in concomitanza con il considerevole afflusso di persone in occasione della Festa Nazionale de l’Unità, nel quartiere Darsena.

L’attività di controllo del territorio, ha consentito di rintracciare e identificare, complessivamente, 48 persone di cui 18 di nazionalità straniera, mentre 16 sono stati i veicoli sottoposti a controllo.

Due delle persone controllate, un gambiano 20enne e un 27enne senegalese, sono stati sottoposti a perquisizione personale perché rintracciati con atteggiamento sospetto in via Tommaso Gulli. Il primo è stato trovato in possesso di cinque involucri, avvolti da nastro isolante di colore nero, risultati contenere 10 grammi di marijuana, che occultava all’interno degli slip, mentre il secondo un grinder contenente al suo interno modica quantità della stessa sostanza stupefacente.

I due giovani sono stati quindi condotti in Questura, dove il gambiano è stato denunciato a piede libero, alla Procura della Repubblica di Ravenna per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre nei confronti del senegalese gli agenti hanno proceduto alla contestazione dell’uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti con conseguente segnalazione alla competente Autorità Amministrativa.

Nel corso del servizio la Polizia Locale di Ravenna, inoltre, ha proceduto al controllo di 13 persone e 9 autoveicoli contestando una violazione a norme comportamentali del Codice della Strada.