L’annuncio da parte del Sindaco che ha incontrato i residenti del quartiere Nullo Baldini

Si è tenuto la scorsa settimana l’incontro fra alcuni esponenti del Comitato per la salvaguardia del parco di via Nizza, nel quartiere Nullo Baldini, ed il Comune di Ravenna, rappresentato dal sindaco Michele De Pascale e dagli assessori alla Pubblica Istruzione Ouiddad Bakkali e ai Lavori Pubblici Roberto Fagnani.

La convocazione dell’incontro fu preannunciata quando il Comitato aveva comunicato il lancio di una petizione volta a chiedere che in tale parco non fosse costruita la progettata nuova struttura educativa/scolastica per l’infanzia, già finanziata.

L’incontro

Il Sindaco ha informato i rappresentanti dei residenti che è stata individuata un’altra zona molto più adatta allo scopo, per ragioni di salvaguardia ambientale, favorevole ubicazione, accessibilità veicolare, ecc… Il progetto di questa costruzione si rende necessario per l’esigenza di abbandonare gli edifici ove attualmente sorgono rispettivamente un nido e una scuola per l’infanzia non più idonei ad ospitarle. Con tale diversa collocazione, il Comune non perderà nulla dei contributi pubblici già acquisiti.

Al contempo è stata proposta una possibile soluzione riguardo all’edificio abbandonato e degradato di via Palestro, ex scuola elementare e poi scuola infermieri, esso stesso oggetto della petizione in quanto situato a breve distanza dal parco di via Nizza, nello stesso quartiere Nullo Baldini. Si tratterebbe di abbatterlo, con l’intenzione di bonificare l’area, estendendovi il verde pubblico già a disposizione dell’adiacente nido Felici Insieme.

Si è presa anche in considerazione, a questo punto, l’opportunità di attrezzare adeguatamente ad uso pubblico il parco di via Nizza. Il 20 settembre prossimo la petizione sarà discussa in seduta pubblica della Giunta nel salone del Consiglio comunale, ad opera delle commissioni Affari istituzionali e Ambiente.

Il Comitato per la salvaguardia del parco di via Nizza, ritenendo le nuove proposte bene articolate e valida l’alternativa che se ne ricava, ringrazia il sindaco e l’amministrazione comunale intera, maggioranza ed opposizione, per il risultato prodotto in breve tempo. Il Comitato ci tiene inoltre a ringraziare il secondo firmatario della petizione, consigliere di Lista per Ravenna e presidente della commissione Ambiente, Alvaro Ancisi, che ha preso a cuore e tanto si è speso per supportare la petizione, nonché tutta la cittadinanza che con la propria solidarietà sui social network e firmando in 3.640 la petizione, ha contribuito a sensibilizzare l’Amministrazione su questa tematica.