Il fascicolo contro ignoti riguardava l’intervento della scorta che avrebbe cercato di impedire la diffusione del video

Si dovrebbe concludere con l’archiviazione, come richiesto dalla Procura della Repubblica di Ravenna, “per tenuità del fatto”, il fascicolo che era stato aperto contro ignoti lo scorso 22 agosto, dopo la diffusione da parte di Repubblica di un video, che aveva generato moltissime polemiche, che ritraeva il figlio dell’allora Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, su una moto d’acqua della Polizia a Milano Marittima il 30 luglio.

Il fascicolo mirava a far luce sul comportamento di tre agenti della scorta che avrebbero cercato di impedire al giornalista di Repubblica Valerio Lo Muzio di riprendere la scena. Come riporta l’Agenzia Ansa, Lo Muzio e i suoi legali stanno valutando se opporsi o meno alla richiesta della procura ravennate.