Contestato l’uso delle macchine spazzatrici sul tratto riservato esclusivamente ai pedoni

Veicoli a motore sui marciapiedi

Ci è giunta la segnalazione di un cittadino allarmato per la pubblica sicurezza per via della reiterata occupazione dei marciapiedi da parte delle macchine spazzatrici.

Si tratta di macchine operatrici a motore, regolarmente munite di targa e la loro presenza sulla suddetta parte di strada contrasta con la definizione stessa di marciapiede che, secondo l’articolo 3, comma 1°, n. 33) del Codice della strada è definito come quella “parte della strada, esterna alla carreggiata, rialzata o altrimenti delimitata e protetta, destinata ai pedoni”.

L’auspicio è che tali pulizie non vengano più effettuate a bordo di tali veicoli, ma da un operatore a piedi in modo da assicurare la massima sicurezza per i pedoni e specialmente per le categorie più a rischio come anziani, disabili e madri con i figli sulla carrozzina che potrebbero vedersi obbligati a proseguire il loro percorso sulla carreggiata in quanto impossibilitati a transitare sul pezzo di marciapiede occupato dalla macchina spazzatrice.