L’uomo è stato denunciato per minaccia grave dalla Polizia

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un 51enne cittadino italiano per il reato di minaccia grave. Verso le ore 15 di martedì 22 ottobre scorso, una Volante della Questura di Ravenna è intervenuta in via Grado per la segnalazione di una persona armata di pistola. Gli agenti, raggiunto immediatamente il luogo dell’intervento, hanno raccolto le dichiarazioni delle persone li presenti, parti offese nella vicenda.

I due hanno dichiarato ai poliziotti che poco prima, mentre erano intenti ad effettuare alcuni lavori di potatura nella vicina area verde, sono stati avvicinati da un uomo, a loro sconosciuto, il quale si sarebbe lamentato del rumore da loro prodotto.

Quest’ultimo, secondo quanto dichiarato dalle vittime, dopo aver estratto una pistola dalla cinta dei pantaloni, l’avrebbe puntata al viso di uno dei due operai e, dopo averlo minacciato, si sarebbe allontanato a piedi.

Poco dopo gli agenti hanno individuato la residenza dell’uomo, situata poco distante dal luogo dei fatti e, dopo l’arrivo di una seconda Volante, i poliziotti sono entrati nell’appartamento, dove era presente una sola persona, che è stata identificata nel 51enne cittadino italiano, pluripregiudicato.

La pistola relativa ai fatti, è stata consegnata spontaneamente dall’uomo agli agenti, ed è risultata essere ad aria compressa, del tipo softair, privata del tappo rosso. Pertanto, l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di reato di minaccia grave e la pistola sequestrata.