Grande musica sacra sinfonico-corale eseguita dall’Orchestra da Camera di Ravenna diretta da Paolo Manetti

Si rinnova giovedì 31 ottobre alle 21 nella basilica di Sant’Apollinare Nuovo di Ravenna l’appuntamento annuale con il concerto per la Commemorazione dei Defunti, un momento di grande musica sacra sinfonico-corale eseguita dall’Orchestra da Camera di Ravenna diretta da Paolo Manetti.

L’evento, giunto all’undicesima edizione, è organizzato dall’Orchestra da Camera di Ravenna in convenzione con il Comune di Ravenna e con il patrocinio dell’Archidiocesi di Ravenna-Cervia.

La scelta del programma musicale quest’anno cade su due composizioni di ampio respiro: la Messa in Do maggiore K 317, detta “Dell’Incoronazione” e i Vesperae Solennes de Confessore K 339, due lavori che Mozart scrisse rispettivamente nel 1779 e 1780, pochi mesi prima di abbandonare definitivamente la città natale di Salisburgo e l’impiego assai sofferto alle dipendenze dell’arcivescovo Hieronymus Colloredo.

I due lavori testimoniano sonoramente la fede cattolica di Mozart, mai proclamata se non in lettere private indirizzate al padre, l’interesse per questo genere di composizioni poiché “lo stile patetico elevato della musica sacra era sempre stato nelle sue corde” e, soprattutto, la straordinaria capacità del genio salisburghese di muoversi tra i vincoli imposti dalla tradizione della musica liturgica, resi ancora più stringenti dai provvedimenti del Colloredo, e la spinta creativa individuale.

Musica sacra sublime affidata all’esecuzione dal gruppo orchestrale ravennate che, come ogni anno per questo concerto, unisce le proprie forze a quelle del Coro Polifonico “Santo Spirito” di Ferrara, gruppo corale di consolidata esperienza e raffinatezza interpretativa, diretto da Francesco Pinamonti. Venerdì 1 novembre il concerto sarà replicato a Ferrara, nell’ambito della programmazione del Teatro Comunale di Ferrara, presso la chiesa di Santa Maria in Vado.

Per le parti solistiche un cast ben calibrato che riunisce Patrizia Cigna, soprano, fiorentina in carriera che ha già partecipato a diverse produzioni dell’Orchestra da Camera di Ravenna, come la cantante Daniela Pini, contralto, di ritorno dal successo ottenuto nella tournée giapponese con il maestro Riccardo Muti. Le voci maschili sono del tenore Gianfranco Pasolini e del giovanissimo basso Andrea Jin Chen che Paolo Manetti aveva scelto per il debutto come solista nel repertorio sacro nell’edizione 2017 del Concerto per la Commemorazione dei Defunti.

Biglietti in vendita la sera del concerto dalle 20.15. Ingresso unico € 15,00. Ragazzi fino a 14 anni (accompagnati) ingresso gratuito. Giovani dai 15 ai 26 anni 50% di sconto.