Al via da febbraio

Prenderà avvio nel prossimo febbraio il master in Salute e sicurezza del lavoro in ambito portuale promosso dal Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna. Il progetto, è spiegato in una nota, nasce dalla presenza di un importante sistema portuale a Ravenna e dalla necessità di incrementare il livello di conoscenze di coloro che operano in questo campo, nel quale il rischio di infortuni e malattie da lavoro è elevato e al tempo stesso non specificamente studiato nei comuni percorsi formativi universitari.

“Il master – spiega il direttore prof. Stefano Mattioli – è stato concepito come percorso che permette di raggiungere una piena conoscenza delle modalità da seguire affinché il lavoro nel settore portuale sia sicuro e sano. Si propone infatti di formare figure con profilo professionale di addetti o responsabili di Servizi di Prevenzione e Protezione aziendali, tecnici della prevenzione, consulenti del lavoro, medici del lavoro e, in generale, chi opera nel settore della salute e sicurezza sul lavoro, fornendo loro le conoscenze e le abilità necessarie a esercitare un’attività professionale di più alto livello, in un ambito peculiare come quello del porto”.

Le lezioni saranno tenute da docenti dell’Università di Bologna e da professionisti che operano nel settore della sicurezza e prevenzione sul lavoro in enti e aziende che operano a livello locale e nazionale. È previsto che la didattica sia affiancata da stage e tirocini.

Le iscrizioni si chiuderanno il 18 dicembre.