L’azienda in questione ha stilato alcuni consigli

GLS, con una lettera, ha messo in guardi i suoi clienti circa la presenza di “falsi autisti” che abusando del nome del corriere in questione effettuerebbero il ritiro merce per poi sparire.

Ecco i consigli di GLS per evitare di incorrere in situazioni spiacevoli:

 

– verificare che il mezzo addetto al ritiro abbia il regolare logo GLS;

– verificare che l’abbigliamento indossato non sia solo di colore blu, ma abbia i regolari loghi GLS;

– chiedere all’autista di esibire il tesserino identificativo di cui deve essere provvisto;

– verificare che sia fornito del regolare palmare;

– verificare in fase di carico se vi è presente altra merce nel mezzo;

– al momento della firma del DDT, o del Documento Riepilogativo delle spedizioni prodotto dal sistema informatico, far apporre la targa del mezzo e il nome e cognome in stampatello del vettore.

– Nel caso, in fase di ritiro, rilevaste qualsiasi incongruenza o dubbio, non esitate a contattare il nostro ufficio operativo per un chiarimento.