“Una luce contro il degrado”: nelle vie Bargigia, Battuzzi, Bonini e Felisatti

“Una luce contro il degrado”

“Strade poco illuminate, degrado urbano, spaccio di droga e indifferenza del Comune” sono tra le cause della prima passeggiata con torce e pile di ogni genere che organizza la Lega di Ravenna per le “strade più pericolose e più problematiche” della città questa sera, lunedì 9 alle ore 19.00.

“E’ ora di dire basta a questa amministrazione guidata dalla giunta De Pascale, cieca sui reali problemi della città. Non si può far finta di niente davanti ai cittadini che si autotassano per illuminare le strade comunali o che si vedono recapitare multe per aver messo del filo spinato proprio nei vicoli bui dietro le loro case con l’intento di difendersi”.

Questo il grido di allarme che ha portato il responsabile comunale della Lega di Ravenna Stefano Morettini ad organizzare, insieme a Samanta Gardin capogruppo e segretario provinciale della Lega e in collaborazione con Alvaro Ancisi della Lista per Ravenna, una camminata pacifica per le vie Bargigia, Battuzzi, Bonini e Felisatti.

“La Lega dice basta ad una indifferenza pericolosa che porta solo al degrado e spaccio tra i residenti disperati ed impauriti e che sono disposti ad autotassarsi pur di avere illuminate le strade dove vivono. Invitiamo tutti i cittadini – continua il segretario cittadino della Lega – a munirsi di una torcia elettrica per illuminare quelle strade e ad unirsi in quella che abbiamo chiamato ‘una luce contro il degrado’ proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa questione. Spaccio e malavita si nascondono proprio in quelle zone buie e – conclude Morettini – come hanno recentemente dimostrato i sequestri di droga fatti proprio con il progetto ‘Scuole sicure’ avviato dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, dobbiamo fare in modo di difendere le nostre case e i nostri ragazzi con manifestazioni di questo genere.”