La Capitaneria di Porto ricorda il divieto di accesso a moli e dighe foranee

È attiva dalle 12 di oggi, lunedì 23, fino alla mezzanotte tra domani e dopodomani, l’allerta meteo numero 130, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna per criticità idraulica riferita alle piene dei fiumi nella cosiddetta zona D. Come precisa l’Unione dei Comuni l’allerta non riguarda però il territorio della Bassa Romagna, mentre a preoccupare è il transito della piena del fiume Po nelle sezioni di Pontelagoscuro e Ariano, anche a causa del livello del mare alto che rallenta il deflusso della piena, la piena del fiume Reno nella sezione di Gandazzolo e la sezione di Bondeno sul fiume Panaro per effetto di rigurgito della piena del fiume Po.

Si segnalano livelli alti del mare che potrebbero localmente determinare allagamenti sulla costa pure in assenza di onda la cui direzione è da nordovest verso il mare aperto, e per questo la Capitaneria di Porto di Ravenna ricorda l’Ordinanza n°02/2014, che, tra l’altro, prevede il divieto di accesso alle dighe foranee e sui moli guardiani del porto di Ravenna, in caso di condizioni metereologiche avverse.