La Conad incappa in un’altra serata no e cede 1-3 contro Macerata

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per 1-3 nel turno infrasettimanale di Santo Stefano per la Conad Olimpia Teodora, che cede fra le mura amiche del PalaCosta alla Roana CBF Macerata e resta ferma a quota 27 in classifica. Dopo un ottimo primo set, le ragazze ravennati rivedono gli spettri di Mondovì e perdono l’inerzia della gara commettendo troppi errori banali. L’occasione del riscatto sarà però già domenica, quando la Conad sarà impegnata in trasferta a Busto Arsizio.

La partita

Classico sestetto d’avvio per Coach Bendandi con Bacchi, Strumilo, Guidi, Torcolacci, Manfredini, Morolli e Rocchi libero. La Conad parte bene lavorando al meglio a muro, fondamentale dal quale arriva prima il 2-0 di Manfredini, poi il 7-2 con due vincenti consecutivi di Strumilo e Guidi. L’ace della stessa Guidi vale il 9-4, ma le ospiti tornano sotto sul 10-9, e ricuciono anche un secondo strappo (16-11), rimanendo a contatto sul 16-14. È ancora un muro di Guidi a regalare il nuovo allungo alle ravennati (19-14) che poi, nonostante l’ace di Mazzon per il 20-17, si portano avanti fino al 23-17 e chiudono il set al terzo tentativo per 25-20 con Manfredini.

Nel secondo parziale arriva subito la reazione di Macerata, che si porta sull’1-4 prima e sul 2-6 poi. Le padrone di casa tornano sotto sul 5-7 e restano a contatto sull’8-10 con un muro di Torcolacci, ma il turno di servizio di Lancellotti lancia la fuga decisiva per le marchigiane, che volano fino all’8-15. Coach Bendandi rimescola le carte e l’Olimpia Teodora prova a riaprire i giochi con il muro di Guidi per il 12-15, ma nel finale le ospiti sono brave ad allungare nuovamente (13-19) e chiudere per 18-25.

La Conad parte fortissimo nel terzo set (5-0), ma pian piano Macerata recupera punto su punto fino a pareggiare a quota 11. L’inerzia del parziale è tutta per le ospiti, che attaccano con ottime percentuali e prima sorpassano sul 13-14, poi allungano sul 15-19. Ravenna prova a reagire ma non riesce e riprendere in mano redini del set e finisce per perderlo 20-25.

L’avvio di quarto set è all’insegna dell’equilibrio, ma è la Roana a conquistare il primo break sul 9-11. Le ospiti toccano il 10-13, ma con grinta la Conad rimonta e, al termine di una grande difesa, trovano con Piva il punto che impatta il match a quota 14. Dopo il momentaneo 14-16, le ragazze ravennati trovano il nuovo pareggio sul 19-19 e, grazie a due muri di Guidi, sorpassano e allungano fino al 22-19. Sul 23-20 però si spegne ancora la luce delle padrone di casa, che incassano un tremendo parziale di 0-5 che costa set e partita per 23-25.

Il post-partita

“Purtroppo come successo a Mondovì oggi non abbiamo difeso la nostra identità – commenta Coach Simone Bendandi –. Abbiamo sbagliato molte cose facili, commesso davvero troppi errori e alcune disattenzioni non da noi. Abbiamo lavorato bene a muro, ma loro sono state brave a variare molto i colpi e a difendere tanto. Questi momenti difficili possono capitare e fanno parte del gioco, non erano mai arrivati nel girone di andata, mentre in questo di ritorno ora è successo di avere un piccolo calo, con questa serie di partite ravvicinate che non ci ha aiutato a recuperare fisicamente e mentalmente. Le ragazze hanno comunque la mia massima fiducia e ora dobbiamo solo guardare avanti verso la trasferta di Busto”.

“Dobbiamo lavorare tutte molto sulla concentrazione – aggiunge Dominika Strumilo – perché questa sera abbiamo commesso troppi errori banali. Non so se la sconfitta precedente ci abbia condizionato, penso che ci siamo focalizzate subito su Macerata dopo la partita di domenica, ma oggi nel secondo set abbiamo perso il filo del match sbagliando le cose semplici. Ora dobbiamo ripartire da questo perché fare bene le cose semplici ci può rendere più facili le partite”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Roana CBF Macerata 1-3 (25-20, 18-25, 20-25, 23-25)

Ravenna: Bacchi 5, Poggi, Piva 7, Strumilo 15, Guidi 14, Torcolacci 3, Calisesi, Manfredini 20, Parini 3, Rocchi (L), Morolli 1. N.e.: Altini, Canton. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck

Muri 16, ace 1, battute sbagliate 14, errori ricez. 2, ricez. pos 41%, ricez. perf 18%, errori attacco 13, attacco 33%.

Macerata: Pomili 14, Martinelli, Lancellotti 3, Giubilato, Mazzon 13, Peretti 1, Smirnova 17, Pericati (L), Rita 5, Tajè 8. N.e.: Spitoni, Nonnati. All.: Luca Paniconi. Ass.: Michele Carancini.

Muri 8, ace 2, battute sbagliate 7, errori ricez. 1, ricez. pos 48%, ricez. perf 22%, errori attacco 11, attacco 32%.

Arbitri: Deborah Proietti e Michele Brunelli

Spettatori: 783

La classifica

Regular Season Serie A2 Girone B

Delta Informatica Trentino 38, Lpm Bam Mondovì 30, Conad Olimpia Teodora Ravenna 27, Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 25, Roana Cbf H.R. Macerata 23, Barricalla Cus Torino 22, Futura Volley Giovani Busto Arsizio 21, Acqua & Sapone Roma Volley Club 10, Sigel Marsala 9, P2P Smilers Baronissi 8.

Prossimo turno

Futura Volley Busto Arsizio – Conad Olimpia Teodora Ravenna, domenica 29 dicembre, ore 17.00, Palzzetto Parrocchiale S. Luigi, Busto Arsizio (VA)